Una delle componenti dell’Autostima è sicuramente l’accettazioni di sé stessi.

AutostimaHai mai provato a rivolgere a tè stesso questa domanda:
Ti accetti per quello che sei?
Quali sono le parti di tè che accetti e quali invece quelle che non senti di avvicinare alla tua Coscienza?
Se riesci ad accettare tè stesso la tua Autostima aumenta, ma vediamo quali parti di noi Possiamo Imparare ad accettare ed Integrare in noi stessi.
Comprendere e rispettare sé stessi vuol dire anche accettare le singoli parti di sé, gli aspetti interiori più profondi che comprendono:
– I propri Sentimenti ed Emozioni come l’amore e l’affetto, la rabbia, la paura.
– I Desideri ed i Bisogni Psicologici come: un Obiettivo da Raggiungere, uno Scopo che si vuole Realizzare, il Bisogno di Calore, di Sicurezza, di Amore, di Libertà, ecc.
– La Capacità di dire “si” o “no” al Momento Giusto
– La propria parte “Bambina” di sé o il proprio “io Bambino”, che comprende la Creatività, la Spontaneità, l’Espressione delle Emozioni, l’Essere Naturali senza “maschere” o “corazze interiori”
– I propri errori, accettare i propri errori è una forza interiore che ci aiuta a capire che è normale e naturale sbagliare, senza bisogno di auto-commiserarci o di svalutare noi stessi, una volta che abbiamo sbagliato, ci rialziamo e ricominciamo di nuovo per Migliorarci, in questo modo possiamo “Imparare” dai nostri errori che possono diventare delle risorse
– La Propria Sensibilità che può manifestarsi con la Timidezza, con la Gentilezza verso gli altri, con il Rispetto, la Bontà,ecc.Autostima

 

 

 

 

 

 

– I nostri Pregi che sono le Risorse interiori, le nostre parti Sane e Mature, ed i nostri difetti, debolezze che vanno però analizzati e Superati attraverso un processo di Analisi Profonda e dialogo con sé stessi
Se impariamo ad accettare il nostro sé globale ed a Migliorarci, Aumenteremo Sicuramente la nostra Autostima, e la nostra vita Cambierà in Meglio.
Naturalmente accettare noi stessi non vuol dire lasciare che i nostri difetti, debolezze e comportamenti distruttivi rimangano così come sono, ma vuol dire Prendere Coscienza anche delle parti di noi distruttive, e Attraverso una Riflessione Profonda su di esse, Superarle, Cambiare le parti negative e distruttive in Positive e Costruttive sia per sé che per gli altri.
Se rimuoviamo continuamente le parti di noi che non ci piacciono, non potremo affrontarle, guardarle in faccia e Superarle.
Un piccolo dolore e un piccolo sforzo di Oggi ci può dare Forza, Autostima e Felicità per Sempre.
dott. Rolando Tavolieri

13 Commenti

Lascia un commento
  • Francesca

    Ciao ho 15 anni e non riesco ad accettarmi per via del fisico. Odio tutto di me. Non posso proprio vedermi allo specchio sono alta 1,65 e peso52 e il mio grandissimo difetto é la pancia..come aumento la mia autostima??

    Rispondi
  • Christian

    Salve dott. Tavolieri, ho apprezzato l’articolo ma devo dire che mi ha anche un po confuso le idee…ho 18 anni e da circa 2 anni soffro di ansia generalizzata a causa di un difficile rapporto avuto col padre…il mio problema e che mi osservo e mi critico spesso, ad esempio quando ho paura di cose banali, quando mi sento timido, agitato e impacciato ecc. non riesco ad accettare questa parte di me insicura (che probabilmente risente del rapporto col padre) che io vorrei cambiare ma fin’ora ho rimediato solo un infinità di notti insonni…come si puo allo stesso tempo accettare se stessi e cambiare se stessi?
    Sarà vero che sono troppo rigido con me stesso, ma è anche vero che ci sono degli aspetti di me che voglio cambiare.

    Rispondi
  • andrea

    beh io devo essere sincero con lei, non è disinteressato, nel mio caso è solo SANO EGOISMO! a me non interessa in effetti che il mio interlocutore sia felice, oppure no, non sono cosi buono. dico solo che lo faccio perchè cosi sono a posto con me stesso, mi è capitato in passato di avere trovato da dire con della gente solo perchè mio ero posto male,e chiedere scusa, ma questo non vuole dire che io sono amico di queste persone e che le rispetto, in fin dei conti loro non mi hanno risparmiato nulla e io con i mezzi che avevo ho fatto altrettanto. la cosa giusta sta in mezzo a ciò che ho subito e fatto, è l’ammissione delle mie responsabilità, in quanto io ho iniziato con il piede sbagliato e loro in mala fede se ne sono approfittati, a me piace risolvere le cose, non fare della moralità, vorrei che fosse chiaro. anche perchè come le dicevo, a loro delle mie scuse potrebbe anche non fregare nulla, ma è un problema loro.

    Rispondi
  • Rolando

    Ciao Andrea,
    sono d’accordo con te, essere in pace con sè stessi è uno dei grandi segni di Libertà e Serenità interiore, è come quando aiuti un’altra persona o gli fai un regalo, non importa che ti dica grazie o che ti regali qualcosa in cambio, l’importante è farli Felici, e farlo in modo disinteressato.
    Ciao da Rolando

    Rispondi
  • Andrea

    Salve sono d’accordo con lei che ammettere i propri errori è segno di coraggio e autostima, e che non tutti lo fanno, più comoda dare la colpa agli altri. Ma se le mie scuse fatte con sincerità, venissero respinte o ignorate? La mia idea in tal senso è che quando uno ha fatto il proprio dovere, gli altri possono pensare ciò che volgiono, è affar loro, noi dobbiamo rispondere solo alla nostra coscienza! Ma lei è d’accordo con me? Sarei curioso di sapere la sua opinione. Saluti.

    Rispondi
  • rolando tavolieri

    Ciao Gentile Michelle,

    scusa il ritardo nella risposta, il fatto che non ti importa del giudizio altrui è già importante per Superare il tuo auto convincimento.
    Come tu dici, se ti convinci di qualcosa, e se ci credi veramente, quella diventa la tua realtà.
    Se invece credi di Riuscire a trovare il ragazzo che desideri a prescindere dal tuo naso, che sia piccolo, grande, storto, a pallini verdi, ecc, allora non avrai nessuna difficoltà a trovarlo.
    Il Potere sta in noi, nel credere a qualcosa o nel non crederci.
    Non prendertela se i tuoi compagni ti prendono in giro, è normale per i ragazzi della tua età fare scherzi, prendersi in giro per qualcosa, ad esempio alcuni sono presi in giro per il rossore del viso, altri per il fatto di essere un po grassottelli, ecc.
    Ricordati Michelle che il fatto di Riuscire a trovare un ragazzo o meno, non dipende dal nostro aspetto fisico, ma dalla nostra personalità, per dimostrartelo, a parte le tante persone bruttine, con un naso grande (anch’io ho un naso grosso, :-),
    o con una parte del corpo non molto bella che conosco personalmente, ma che hanno trovato un partner anche bello, ti ricordo adesso qualcuno dei personaggi famosi con un naso poco aggraziato:
    Pippo Franco, Barbra Streisand, Paolo Bonolis, Laura Pausini, Luciana Litizzetto, Penelope Cruz, Sarah Jessica Parker, Mina, e tante altre.
    Quello che ti consiglio è di fregartene, di ridere del tuo naso, che sia bello o bruttino, non importa, se tu non dai potere al tuo naso, esso non potrà farti star male.
    Un caro saluto
    dott. Rolando Tavolieri

    Rispondi
  • Michelle

    Ciao a tutti mi chiami Michelle e ho 15 anni ! Ormai sono 4 anni che continuo a stare male per il mio naso ! Mi prendono in giro continuamente e ho un carattere molto debole per reagire ! Di per se non me ne frega molto dei giudizi altrui ma il mio problema piu grande é che mi sono autoconvinta che il mio naso è bruttissimo e che non troverò nessuno ! Mi vedo bruttissima e non ho un bricilo di autostima! I miei genitori dicono che è un mio complesso e che non è per niente brutto il mio naso! Ma penso che me lo dicono solo per non farmi stare male , perché altrimenti gli altri perché mi continuano a prendere in giro ? Aiutatemi grazie

    Rispondi
  • Rolando

    Ciao Kia,
    quindi se ho capito bene, hai paura di accettare te stessa e mi chiedi come si fa a Superarla, ok?
    “Guarda in faccia la paura ed essa cesserà di turbarti”, disse un grande Santo indiano Swami Sri YukteswarJI, penso che sia la Miglior cosa da fare.
    Per Riuscirci devi motivarti tantissimo.
    Come fai di solito a motivare te stessa a fare qualcosa? Pensaci ed usa quel modo particolare che hai di motivarti a fare qualsiasi cosa, ad esempio a dire qualcosa a qualcuno, a trasmettere delle emozioni ad una persona, a prendere posizione su un argomento che ti preme molto anche a costo di metterti contro l’intero gruppo, insomma ricordati un avvenimento in cui, nonostante avessi timore di qualcosa sei riuscita a Superarla, ed usa lo stesso metodo, ok?
    Un altro modo per motivarti è quello di pensare al futuro, ad esempio tra un mese, tra 6 mesi o un anno, pensa a come cambierà la tua vita se oggi “Decidi” di accettare te stessa, pensa alle cose che potrai fare che non riesci a fare oggi, pensa a come potrà cambiare la vita delle persone a te care, o a ciò che potrai realizzare, alle persone che potrai Aiutare a fare come te, al contrario poi pensa a tutte le cose che perderai continuando a rimanere così nella tua situazione di stallo.
    Non aver paura di nulla, la paura è una bolla di sapone, quando trovi l’ago giusto, cioè la leva giusta per farla scoppiare, ti accorgerai che la paura era solo “un’ illusione della mente”.
    Un cordiale saluto

    Rispondi
  • Kia

    Gentile Roberto, complimenti per l’articolo, è molto interessante. La mia domanda è: come si fa a vincere la paura di iniziare ad accettare sè stessi?cioè come si fa a superare quel momento in cui pensi che è meglio non farlo perchè la tua paura del non conosciuto ti blocca e prende il sopravvento?
    Grazie.

    Rispondi
  • Rolando

    Gentile Martina,
    se noi continuiamo a fare le stesse cose, otterremo gli stessi risultati.
    Se continui ad avere lo stesso atteggiamento verso di lui o lui verso di te che vi ripropone costantemente lo stesso rapporto di “vado via e poi ritorno”, devi attuare qualche comportamento diverso.
    Non esiste il fatto di dire:
    “non ci riesco”, “sono fatta così”.
    Queste sono delle scuse.
    Quando siamo motivati riusciamo a fare qualsiasi cosa.
    Se tu vuoi, puoi, se tu vuoi veramente cambiare rapporto con lui, devi fare un primo passo per cambiare qualcosa nei tuoi atteggiamenti, modi di fare, azioni, comportamenti.
    Qual’è la prima azione che puoi fare sin da subito?
    Ci hai pensato? Falla e vedi come cambia il tuo rapporto.
    Ciao da Rolando

    Rispondi
  • martina

    e chi invece continua a sbagliare pur consapevole dei continui errori e non avere il coraggio di cambiare per la paura di ……
    che cosa deve fare e quali parti deve andare a modificare!
    ad. esempio in un rapporto che non si riesce a gestire commettendo sempre gli stessi errori e consapevoli di ciò dopo un allontanamento di anche mesi si ritorna insieme e puntulmente la durata del rapporto è di circa qualche mese per poi continuare così…….fino all’infinito e così che dura da anni! grazie

    Rispondi
  • Rolando

    Gentile giringiro,
    la tua domanda richiederebbe un approfondimento, perchè sembra che tu voglia confermare a te stesso che ti stimi di più andando a cercare una storia fuori dal tuo matrimonio, in questo caso potrebbe esserci una correlazione, altrimenti dovresti dare più elementi per comprendere meglio la tua richiesta, ad esempio:
    – se il tuo matrimonio và bene perchè cerchi un’avventura?
    – Come ti valuti in questo periodo?
    – Perchè hai bisogno di confermare a te stesso la stima di te con questi comportamenti?
    Pensa a queste cose e potrai comprenderti meglio.
    un cordiale saluto
    dott. Rolando Tavolieri

    Rispondi
  • giringiro

    caro rolando,trovo il tuo articolo inteessante anche se da molto tempo,provo ad aumentare l’autostima che ho di me,anche grazie ad una tua collega,ma chiedo a te,ora ,ma i’autostima può essere legata in qualche modo alla mia continua pulsione di cercare un avventura fuori dal matrimonio,che considero fortunato?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento