Quante persone conosci che prendono tranquillamente la parola in pubblico e parlano con disinvoltura di fronte a trenta/quaranta e passa persone?

Poche, vero? E sai perché?

Perché la paura di parlare in pubblico è una delle ansie sociali più diffuse, oserei dire una vera e propria fobia del palcoscenico.

Ma di cosa abbiamo paura? Cosa ci terrorizza? 

Semplice: il giudizio degli altri.

Ricordo ancora, come se fosse ieri, quando nei primi anni novanta ebbi il “battesimo del fuoco” a Milano, in una riunione associativa.

Mi presentarono come il socio più giovane e m’invitarono sul palco, a parlare.

Mi alzai dalla sedia terrorizzato e mi avvicinai al palco lentamente. Mi girai e guardai atterrito la platea di oltre cento persone in sala…

Riuscì a malapena a dire grazie al Presidente di allora, e diventai subito rosso, la voce mi si strozzò in gola e cominciai a sudare…

Insomma, come puoi immaginare, non fu una gran bella esperienza.

Uscendo dalla riunione associativa, dissi tra me e me: “Mai più, mai più una figura del genere”.

Da quel giorno, m’impegnai al massimo per superare la mia paura di parlare in pubblico. 

Credo di esserci riuscito talmente bene, da diventare bravissimo nel destreggiarmi di fronte a qualsiasi tipo di platea.

Coloro che mi hanno visto parlare di fronte ad un pubblico, dicono che sono una sorta di “animale da palcoscenico”, nato per stare davanti alla gente.

Queste persone non sanno, in realtà, gli sforzi che ho fatto per lavorare sulle mie paure e migliorare, continuamente, le mie tecniche espositive.

Dato che ci sono passato prima di Te, voglio tranquillizzarti e dirti che anche Tu, supererai alla grande le Tue paure.

Devi solo avere un po’ di pazienza e lavorare con costanza per acquisire le migliori tecniche per parlare in pubblico.

Allora, eccoti subito un paio di consigli per superare le Tue paure.

Ammetti di aver paura.

Non c’è nulla di male ad ammettere di aver paura. Anzi, il solo ammetterlo, prima a se stessi e poi alla platea, crea un effetto particolarissimo, che io chiamo di “depurazione”.

E’ come se una parte della paura scivolasse via, uscisse dal Tuo corpo.

Quindi, ammetti pure di aver paura.

Dillo prima a Te stessa/o e poi confidalo con umiltà alla platea. Lei (la platea), capirà e spesso farà partire un applauso spontaneo d’incoraggiamento.

Questo succede perché il solo ammettere di aver paura di fronte alla platea, Ti rende una persona “normale”, come loro.

S’identificheranno in Te e, paradossalmente, perdoneranno eventuali errori e Ti daranno la forza di andare avanti, terminare al meglio il Tuo intervento.

 

Preparati al meglio.

Spesso, per superare la paura di parlare in pubblico, basta prepararsi bene l’argomento, in modo da conoscerlo.

Sembra una banalità, ma l’ansia nasce di solito dalla mancata capacità di padroneggiare l’argomento per cui siamo chiamati in pubblico. Molti oratori alle prime armi pensano di leggere o, alla peggio, d’improvvisare.

Ma sono sbagliate entrambe le cose.

Mai leggere il Tuo intervento in pubblico. Oltre a dare l’impressione di non conoscere bene l’argomento, dimostri di avere anche scarso rispetto per le persone presenti.

Mai improvvisare. Tu ed io siamo fatti di emozioni e con molta franchezza, ho conosciuto decine e decine di persone che affermavano di poter tranquillamente improvvisare un discorso in pubblico senza alcuna preparazione.

Poi, di fronte ad una domanda un po’ cattivella o a un pubblico un po’ freddo, perdevano le staffe o crollavano emotivamente, facendosi prendere da tutte le paure possibili.

La preparazione a un discorso è fondamentale; è importantissimo conoscere l’argomento di cui si vuole parlare.

Quindi, preparati con attenzione.

Magari utilizza il caro “vecchio metodo”, che funziona sempre: mettiti davanti allo specchio e ripeti il Tuo discorso, sino a quando lo sentirai fluido dentro di Te.

E ricorda: il modo migliore per superare la paura di parlare in pubblico è di permetterti di sbagliare!

Sbagliando s’impara.

A forza di errori ho imparato io e molte altre persone. A forza di errori, imparerai anche Tu e supererai la Tua paura di parlare in pubblico.

Un abbraccio e lasciami un commento al post

Giancarlo Fornei

 

 

Ps

Se Vuoi imparare a parlare in pubblico e aprire alla grande i Tuoi interventi, iscriviti al mio seminario del 2 ottobre che terrò a Trieste.

Trovi la presentazione nella home page del mio sito web

17 Commenti

Lascia un commento
  • Riccardo Agostini

    Ciao Giancarlo, ti faccio i complimenti per l’articolo. A mio parere la cosa più importante è quella che hai sottolineato in giallo “darsi la possibilità di sbagliare”.

    Ritengo che la ricerca della perfezione sia il fattore più penalizzante per un oratore visto che la perfezione non esiste ed è molto soggettiva. In cambio ci dovrebbe essere la ricerca di un constante miglioramento.

    È questo a rendere il percorso di formazione più divertente.

    Io insegno public speaking ed una delle cose che dico durante i corsi è proprio questa “divertimento è sinonimo di apprendimento!”

    Un saluto
    Riccardo Agostini
    Public Speaking Coach

    Rispondi
  • Fabio

    Caro Giancarlo, sei sicuramente di incoraggiamento. Sto provando a seguire queste indicazioni, spero che funzionino. Una cosa e’ certa: spesso le persone fingono di padroneggiare le cose come se avessero un dono naturale mentre non immaginiamo che si preparano e si esercitano. Mentre noi ingenui pensiamo che tutto sia naturale, come fare un disegno. Pensiamo che si nasca con il talento di disegnare. Mentre la realta’ e’ ben diversa. Dovremmo tutti essere piu’ onesti e meno vanitosi, questo aiuterebbe tutti a crescere. Un abbraccio e grazie

    Rispondi
    • Giancarlo Fornei

      Caro Fabio, grazie per i complimenti e fidati…
      i suggerimenti che descrivo nel post, funzionano!

      un abbraccio e continua a seguirmi…

  • Qetsor Feruni

    Grazie,per informazione che e semplice ma importante.Scrivo dal albania e ti dico i tuoi consigli sono stati molto utili

    Rispondi
    • Giancarlo Fornei

      Grazie a te e continua a seguirci dall’Albania…
      Un abbraccio…

  • helpvolontariato

    Ciao ragazzi, vi pubblico questo articolo che può esservi utile e interessante da leggere. http://www.sconfini.eu/Medicina/la-paura-ce-sempre-una-via-duscita.html

    Rispondi
  • Antonio

    Buonasera Giancarlo :) Le scrivo perchè ,come lei, ho una sorta di “paura” nell’affrontare il ” pubblico “. Pubblico lo metto tra virgolette perchè è riferito al pubblico virtuale di Youtube.
    4 mesi ho aperto una pagina per dare consigli su un videogioco di calcio… sembra una cosa molto banae la ci tenevo a creare qualcosa di mio. Il tutto va liscio come l’olio finchè alcuni fan mi chiesero di aprire un canale Yotube e girare video dove apparavi io e parlavo dell’argomento del giorno, rispondevo alle loro domande…insomma cose così. Il problema è che, ascoltandomi dopo aver registrato, appaio troppo macchinoso e privo di emozioni. Io ho fatto anche l’animatore in passato e onestamente non ho mai avuto problemi nello stare di fronte alle persone anzi… Mi mettevo in gioco coi miei difetti ( 1 su tutti è la parlantina un pò troppo veloce quando sono nervoso ) e devo dire che le persone mi hanno adorato proprio per la mia spontaneità. Ora però durante i miei video mi sembra di essere troppo spaventato… prendo eccesive pause ( che poi sono tagliate durante il montaggio) e non riesco ad essere spontaneo, sembrando a volte un pò troppo macchinoso e pomposo. Mi preparo le puntate,me le scrivo e provo a ripeterle prima di parlare… Può essere la paura della ” Telecamera “? Se si… mi saprebbe dare un consiglio su come superarla??? La ringrazio per l’attenzione :)

    Rispondi
  • antonio nuzzachi

    prima di tutto dobbiamo ascoltare il notro corpo, la nostra mente ed essere consapevoli che la paura e’ una cosa normale.Anch io spesso prima di un discorso mi sento ansioso e ho paura, ma la visione di me sicuro di quel che so e sicura della buona riuscita del discorso, mi aiuta molto.Pensa che le persone che hai di fronte non giudicano, ma sono li per scoltare cio’ che devi dire.Ona buona dose di autostima sicuramente aiuta.In un mio articolo scrivero’ su come agire dinnanzi ad un pubblico,MA PRIMA DI TUTTO, PREPARARSI ALL’ARGOMENTO E VISUALIZZARE IN POSITIVO LA buona riuscita,

    Rispondi
  • caterina

    buona sera ,sono anni che cerco di parlare davanti a delle persone e non ci riesco ,quelle poche volte che ho tentato mi tremava la voce ,diventavo tutta rossa ,il cuore mi batte forte e sudo ,mi sembra di morire.non ci riesco proprio..mi puo’ dare qualche consiglio?grazie mille .

    Rispondi
  • giancarlo fornei

    ma certo che la prossima volta andrà meglio, anzi, ne sono certo…

    un grande abbraccio Luca e continua ad osare…

    Rispondi
  • luca

    be in merito al panico da folla ieri sera è successo anche a me. Nella sostanza spinto dalla voglia di fare una domanda ai relatori presenti in sala ho alzato la mano, poi nel momento in cui ho iniziato a parlare il pannico è sopraggiunto anche perche ho visto sia gli occhi di 200 persone su di me che la telecamera. Questo ha generato una sorta di black out e davvero sono andato in crisi. Il relatore ha comunque capito e ha risposto +o- correttamente ai miei propositi. Ero preoccupato davvero del giudizzio della gente ma alla fine mi sono detto “chi se ne frega” io ciò provato e forse lap rossima volta andrà meglio. Per me era la prima volta davanti ad un numero cosi vasto di persone

    Rispondi
  • giancarlo fornei

    Cara Christin,
    perdona il ritardo con cui ti rispondo…
    E’ tipico di molte altre persone, stai tranquilla, puoi sicuramente imparare a superare questi stati…

    Per conoscere il calendario dei miei seminari, iscriviti nella mia mailing list che troverai sul mio sito web principale. Ti basta digitare su Google il mio nome e cognome…

    Un abbraccio e “In bocca al Lupo” per le Tue performance in pubblico…

    Rispondi
  • Christin

    Io purtroppo mi riempio di chiazze e mi manca il respiro. Tieni altri seminari? Vorrei maggiori informazioni. Grazie

    Rispondi
  • giancarlo fornei

    caro Paolo,
    la paura del giudizio degli altri non fa nessuna distinzione, quindi i suggerimenti sono validi anche nella politica.

    Devi sapere che l’ansia, sino ad un certo stato, è persino positiva, quando però sale troppo verso l’alto, anzichè tonica diventa pericolosa e scattano tutti (o una parte) quei sintomi tipici della paura da palcoscenico…

    Purtroppo non conosco nessun centro che curi tali irritazioni, posso solo suggerirti di partecipare al mio seminario che terrò sabato 2 ottobre a Trieste…

    trovi tutte le info sul mio sito internet
    un grande abbraccio e “in bocca al lupo” per le tue esperizne politiche

    Rispondi
  • giancarlo fornei

    Caro Rolando, grazie… i complimenti fanno sempre piacere!

    Rispondi
  • Paolo Manca

    funziona anche nella politica? mi trovo spesso a pralre in pubblico, ma l’adrenalina, pende spesso il sopravento su me, scatenando una serie di sintomatologie, come irritazione del colon ecc… conoscete anche un centro che cura la sindrome dall’intestino irritabile?

    Rispondi
  • Rolando

    Complimenti, bell’articolo

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento