Ciao, ti è mai capitato di riflettere su quanto sei attaccato/a al tuo partner? Per quanto tempo puoi resistere senza sentirlo/a? Per quanto tempo puoi stare da solo/a senza sentire la sua mancanza?
Tutto questo dipende dal tipo di Attaccamento che hai verso di lui/lei, più ti senti attaccato al tuo partner e più lo cercherai, e più starai male se lui o lei non c’è, ma questo è un fattore positivo o negativo nella vita di coppia?Coppia
Esistono 2 tipi di Attaccamento: quello positivo e quello negativo, il primo è quando hai Bisogno di stare vicino al tuo partner, ma stai bene con te stesso/a anche quando non c’è, quindi non sei assillante, non lo/la opprimi con le telefonate, o col voler stare per forza insieme a lui/lei anche quando non è il caso.
Invece l’Attaccamento negativo è quello che si ha quando non puoi fare a meno del partner in ogni momento della giornata, in ogni scelta da fare in famiglia, in ogni situazione di vita comunitaria, ecc, quando sei ossessivo/a ed opprimente verso di lui/lei, ecco in quel caso l’Attaccamento diventa poco sano e deleterio per la Relazione di Coppia.
Il Senso di Attaccamento nasce da piccoli e oltre ad essere una parte Istintiva di noi, viene influenzato da Come ci trattano i genitori, dal loro comportamento e si modifica col tempo quando cresciamo.
Da piccoli l’Attaccamento verso i genitori ad esempio è comprensibile, giustificato e và di pari passo con la crescita, ma se col tempo questo attaccamento continua in modo marcato, non ci permette di crescere a livello Interiore e Relazionale, in quanto non ci aiuta a Distaccarci dai nostri genitori e ad Affermare noi stessi e quindi a Raggiungere l’Autonomia Relazionale, Emotiva, Decisionale in ogni settore della nostra vita.
AttaccamentoL’Attaccamento come puoi constatare è molto legato al Senso di Autostima che Percepiamo dentro di noi, più la nostra Autostima è Alta, meno è il Senso di Attaccamento che abbiamo verso gli altri, e viceversa.
Quindi l’Attaccamento verso il nostro partner può Rappresentare e Sostituire quello che abbiamo avuto verso i nostri genitori, e a volte può essere un processo inconscio.
Ma Come ne usciamo fuori da un Attaccamento eccessivo, esagerato che sentiamo verso il partner?
Principalmente in due modi:
1) – Prendendo Coscienza di questo nostro modo di   Relazionarci
2) – Aumentando la nostra Autostima
La cosa che ti consiglio di fare oggi è quella di prendere il tuo Diario Personale o Quaderno delle Riflessioni e scrivere queste cose:
– Scrivi su una pagina i Valori da 0 a 10 dell’Attaccamento che senti di avere verso il tuo partner
– Poi scrivi i Valori da 0 a 10 rispetto al Senso di Autonomia che senti di Possedere verso tutto (capacità di scegliere da solo/a, di decidere in famiglia, nelle cose di casa, nel lavoro, per le vacanze, ecc)
– Scrivi poi i Valori da 0 a 10 riguardo alla Fiducia che hai verso di te
– Scrivi quanto tempo puoi Restare senza sentire il tuo partner, quanto deve passare di tempo prima che tu senta la sua mancanza?
– Senti di poter fare tutto da solo/a anche quando lui/lei non c’è?
Poi rifletti su ciò che hai scritto e Verifica quanto Attaccamento Senti di Avere nei confronti del tuo partner.
Ricordati che un Attaccamento Sano è fatto di Desiderio ma non di morbosità, di Voglia di stargli vicino ma non di opprimerlo/a, di essere Felice quando c’è, ma anche di stare bene con sé stessi quando si è da soli, di farsi consigliare o sentire un suo parere, ma non di far sempre decidere a lui/lei su tutto.
In Pratica ci vuole Equilibrio anche nell’Attaccamento verso il Partner come verso qualsiasi altra persona cara.
Quando Aumenti la tua Autostima, ti senti Libero/a e Sereno/a anche quando sei solo/a per fare le tue Scelte, per Risolvere i problemi, per Decidere su qualcosa di Importante “con” o “senza” il parere del tuo partner, inoltre AttaccamentoAumentando la propria Individualità e Autonomia potrai aiutare anche il tuo partner a poter contare di più su di te, sul tuo aiuto e questo è positivo per la Coppia, invece l’Attaccamento morboso al partner è un segno di passività e Dipendenza eccessiva che è deleteria sia per la persona che per la Relazione stessa, invece quando ci si sente Autonomi si è Attivi, Autosufficienti in tutto, e Indipendenti.
Una Coppia Sana è composta da 2 Partner Indipendenti ed Autonomi.
Dott. Rolando Tavolieri

1 Commento

Lascia un commento
  • Gianni

    E se uno non ha amici come può essere molto indipendente?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento