L’altro giorno ero a Pistoia, in Toscana, ed ho rivisto con piacere Alberto, un ex allievo avuto nei miei corsi di formazione sulla comunicazione.

Abbiamo preso un caffè insieme e parlato per almeno trenta minuti. Ad un certo punto, sconsolato, mi dice queste testuali parole:

“Caro Giancarlo, non ci sono più le donne di una volta. Mi ricordo che si facevano corteggiare con piacere ed era bello far loro la corte. Oggi fare la corte non va più di moda, sembra che alle donne non interessi più”.

Personalmente non condivido affatto il pensiero di Alberto e credo che le donne amino ancora essere corteggiate. Magari non tutte, anche se sono convinto che alla maggior parte faccia immensamente piacere essere corteggiate da un uomo.

Sarà perché sono un romantico, ma trovo che regalare un mazzo di rose rosse sia ancora uno dei gesti più belli che si possa fare nei confronti di una donna.

Sono anche convinto che oltre ad essere un bel gesto, sia anche particolarmente apprezzato dalle stesse donne. Così come è sicuramente apprezzato invitare la donna a cena.

Corteggiare una donna non è per nulla “obsoleto” o da “vecchi”, come può pensare qualcuno e non necessariamente deve essere quello di altri tempi.

Posso corteggiare una donna anche semplicemente guardandola negli occhi.
Posso corteggiarla ascoltandola con attenzione e partecipando alle sue emozioni.
Posso corteggiarla dedicandole attenzioni speciali.
Posso corteggiarla persino con strumenti innovativi quali la chat, la posta elettronica o un semplice sms.

No, caro Alberto. Il corteggiamento è più vivo che mai e sono certo che la maggior parte delle donne ama ancora essere corteggiata.

Il corteggiamento è un momento bellissimo, da vivere con intensità. Ed anche la donna più emancipata ama essere sedotta e affascinata. Vuole essere inseguita, cercata, valorizzata. Corteggiata, appunto.

Piuttosto, mi dirai, esiste un problema inverso: “Ma dove sono gli uomini che sanno corteggiare una donna?”

La maggior parte dei maschietti di oggi non è capace a corteggiare una donna e pensa che sia tempo sprecato, “correndo dritto” al dunque.

Dammi retta, puoi raggiungere il tuo obiettivo, qualunque esso sia, anche imparando a corteggiare una donna e posso garantirti che sarà molto più affascinante per entrambi.

Se sei un uomo, trovi delle informazioni molto interessanti nel sesto capitolo del mio nuovo libro sulle donne, dove oltre a parlare di corteggiamento, racconto anche come le donne amano essere sedotte.

E se sei convinto come Alberto che le donne non amano essere più corteggiate, possiamo sempre chiederlo a loro.

Un grande abbraccio e lasciami un commento al post.

Giancarlo Fornei

4 Commenti

Lascia un commento
  • giancarlo fornei

    Gli uomini che leggono sono stati avvisati… nessun corteggiamento a Roberta a meno chè non abbiano un bel portafogli e, soprattutto, abbiano smesso di giocare a calcio o calcetto!

    Cara Roberta, a parte le battute, ho smesso di giudicare le persone da molto tempo… avrai i tuoi buoni motivi per “non amare” il coreggiamento…

    purtroppo il libro esce proprio oggi, ma ti prometto che appena posso, ci scrivo un post sopra…

    lieto che tu abbia letto i miei ebook e, soprattutto, ti siano piaciuti…

    un grande abbraccio

    Rispondi
  • Roberta

    Sembrero’ cinica ma per esperienza personale e’ meglio che non mi corteggi
    se non mi puo’ pagare la donna di servizio ( vedi domestica) appena vedo
    un bouquet di rose mi appare la lavatrice in funzione con tutta la roba del
    calcetto ( o calciotto) dentro, e Vi va bene se fa solo uno sport a settimana,
    qualcuno mi aiuti, per carita, l’ Amore!!!!!!
    ( E’ chiaro che ho anche un lavoro da svolgere, oltre la casa, e che vogliamo
    dormire sugli allori, non sia mai che ci riposiamo)
    Io mi sogno il letto, nel senso che non lo vedo piu’, se voglio poco poco
    crescere e studiare, dopo il tutto, si fanno le due di notte.
    Questo lo metta nel libro in uscita, e’ importante
    ( comunque ho letto i suoi e-book e mi sono piaciuti).

    Rispondi
  • giancarlo fornei

    Cosa dirti, cara Tiziana, che hai senza alcun dubbio ragione…

    sarebbe molto più piacevole se gli uomini, oltre ad imparare a corteggiare, perdurassero le attenzioni anche dopo…

    purtroppo, nella maggior parte dei rapporti, dopo un pò, subentra quasi sempre una sorta di abitudine e finiamo, noi maschietti, per dimenticarci quanto sia importante farvi un complimento…

    un abbraccio e grazie per il commento

    Rispondi
  • Tiziana

    Buon pomeriggio! Amo essere corteggiata ma, francamente, mi piacerebbe che le attenzioni perdurassero anche dopo aver oltrepassato la soglia “dell’incontro ravvicinato”…..
    Un caro saluto

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento