finché la barca vaVi ricordate la famosa canzone di Orietta Berti: “Fin che la barca va, lasciala andare, fin che la barca va, tu non remare, fin che la barca va, stai a guardare,…”?

Stamattina mia figlia la cantava solo che le parole non erano le stesse bensì quelle che lei riteneva andassero bene. In particolare cantava così:”Fin che la barca va, non ti fermare, fin che la barca va, non ti fermare, fin che la barca va, non ti fermare, …”

In un primo momento non ci avevo fatto caso ma poi … poi ho iniziato a pensare….

Ed ho pensato a qualcosa come la prevenzione.

Quando tutto va bene spesso ci dimentichiamo di fare in modo che tutto continui così e lasciamo andare la barca da sola.

Il problema è il “finché” ….  e se la barca si ferma e siamo soli in mezzo al mar?

Forse sarebbe meglio che mentre la barca va ci occupassimo di tutto ciò che le può consentire di proseguire senza problemi sulla giusta rotta.

Se il nostro lavoro inizia ad andare malissimo magari è perchè ci siamo dimenticati di piccoli segnali quando tutto sembrava andare bene oppure non abbiamo operato scelte per il futuro.

Se la nostra vita settimanale ha preso una brutta piega magari è perché l’abbiamo lasciata andare così.

E, soprattutto, per la salute la prevenzione è fondamentale. Ma spesso ci stressiamo oltre il dovuto, ci sottoponiamo a dei regimi alimentari davvero pesanti o a delle diete davvero “povere”, ci dimentichiamo che basta una passeggiata a fare miracoli; perché stiamo “bene” e lasciamo andare.

Forse è il caso di metterci a remare (non contro però).

Buona giornata.



3 Commenti

Lascia un commento
  • tiziana

    non sarebbe una cattiva idea iniziare a pensare cosi’!

    Rispondi
  • Sabrina

    Vero!
    Ma può subentrare anche un discorso del tipo:
    Va così bene, che se mi continuo a impegnare andrà sempre meglio e una vita ancora migliore non so dove mi porterà (fa paura)!
    Succede anche ad altri o è solo un problema mio??

    Rispondi
    • stefania finardi

      Cara Sabrina la paura è un sentimento importante. Aver paura è indispensabile per prevenire un sacco di guai. Aver paura del fuoco ad esempio ci consente di non avvicinarci abbastanza per bruciarci però questo non significa che dobbiamo starci così lontano da avere freddo. Tutti abbiamo paura, soprattutto di ciò che non conosciamo. Anch’io ad esempio quand’ero bambina vedevo il futuro ed i cambiamenti come un buco nero ma poi ho imparato a vedere oltre il buco nero. Nella vita nulla rimane stabile, tutto è in continuo cambiamento, e quindi remare seguendo il la rotta che vogliamo nel fiume che scorre è forse l’unico modo per non andare successivamente alla deriva.
      Grazie mille per il commento.
      Buona giornata!
      Stefania

Lascia il tuo commento

Lascia un commento