Insicurezza, Timidezza, Sfiducia:Come superare i nostri Limiti in tempi brevi: Parte Seconda

Tra poco inizierà l’anno nuovo, anzi se leggi questo articolo con qualche giorno di ritardo il 2010 sarà già iniziato, probabilmente desideri che il nuovo anno ti dia tutto ciò che quelli scorsi non sono riusciti a darti ma forse temi di non riuscire a prenderti ciò che ti spetta.

Molte persone pensano che ci siano situazioni impossibili da modificare, se fai parte di queste persone per favore non continuare a leggere l’articolo, dammi anche un voto basso se vuoi ma non continuare a leggere per poter trovare le prove alle tue teorie.

Se stai leggendo queste parole significa che dentro di te pensi che sia possibile cambiare la tua vita, se sinora non ci sei riuscito/a è perché non hai trovato ancora la strategia giusta.

REGOLA IMPORTANTE: Non identificarti con le tue azioni.

Cosa significa ? se ti è capitato alcune volte nella Vita di essere timido, insicuro o impacciato non definirti timido, insicuro o impacciato.

Cambia il tuo dialogo interno, inizia a dire a te stesso “Ok , quella volta sono stato timido ma in molte altre situazioni non lo sono stato, Io non sono le mie azioni”.

Ricorda che ogni azione errata che compi non puoi correggerla, non puoi fare un salto indietro nel tempo per cambiare ciò che oramai è accaduto, puoi però renderti consapevole dell’errore che hai commesso e lavorare per non commetterlo più.

Se ammiri qualcuno impara a copiare i suoi atteggiamenti vincenti, Stravinsky diceva :

“Gli artisti mediocri prendono in prestito, quelli grandi rubano”

Picasso ribadiva:

I bravi artisti copiano, i grandi artisti rubano

Tu non rubare opere d’arte, non prendere in prestito la creatività altrui, copia gli atteggiamenti vincenti di chi ammiri e fai in modo che con il tempo diventino i tuoi.

Impara a citare te stesso, impara a separare la tua opinione da quella di chi ti sta accanto:

Tu la pensi così Io invece la penso differentemente”

Non cercare l’approvazione altrui, invece di dire “Il film XYX è un bel film non credi?” impara a dire “Trovo che il film XYX sia davvero un grandissimo film”.

Ricorda che Tu sei l’unico padrone dei tuoi pensieri e quindi delle tue emozioni e quindi dei tuoi comportamenti.

Cambia i tuoi pensieri e i tuoi comportamenti cambieranno, cambia i tuoi comportamenti e i risultati che cercavi arriveranno.

Sei un indeciso? sei un insicuro ?

Sei davvero sicuro di essere insicuro ?

Se hai tanta determinazione per poter decidere senza alcun dubbio cosa sei e cosa non sei(sono un indeciso non sono sicuro di me) probabilmente non sei così insicuro come sembri.

Accetta i complimenti e le gratificazioni senza remore , accetta ogni critica come un consiglio non come un giudizio.

Giudica le tue azioni non i tuoi pensieri, i pensieri sono pensieri, sono astratti e sino a che non si traducono in azioni non sono in grado di produrre alcun risultato catastrofico.

Usa la propaganda per convincerti, per farti il lavaggio del cervello, di a te stesso ininterrottamente che Sei un grande, la tua mente prima o poi ci crederà e inizierai a comportanti da Vincente, otterrai risultati e diverrai un vero vincente.

Pensa in grande ed otterrai cose grandi.

Ok vi lascio, a presto, postate commenti se lo desiderate e ricordate… il nostro viaggio verso la Tua felicità è appena iniziato…

Sinceramente

Marco

3 Commenti

Lascia un commento
  • carmela

    CiaMarco
    Mi chiamo carmela
    Sono peruviana e sono 8anni che sono qua en italia
    Mi considero una persona indecisa e insicura di Me stessa.
    Prima si venire en Italia studiavo e lavoravo…
    Su questao scelta di fare così hanno influenzato tanto i miei nonni, visto che sono stati loro i mie genitori…
    Poi quando avevo 18 anni mia nonna lì hanno diagnosticato Alzheimer, e in quel momento che il mondo mia crollato addosso, o continuato a lavorare ma poi ho lasciato gli studi, poi mia madre era qua en italia mi propone di venire qua en italia, ho presso la decisione di venire en italia perché così sapevo che si me mettevo lavorare potevo guadagnare e potevo rassicurare a miei nonni…
    Poi lei mia nonna e morta 6 anni fa, in quel momento lavoravo volevo studiare come facevo en peru ma non trovavo le forse di farlo…
    Ho si lo facevo non cocludevo niente….
    Fino adesso Me succedono queste cose, non so alcune volte vorrei che ci fosse lei per darmi la spinta che mi faceva sempre, ma poi mi rendo conto che lei non ce più..
    Adesso ci abito insieme con mio fidanzato…
    En questo momento sono disoccupata mai mi sono ritrovata in questa situazione…
    Sempre sono stata sicura che il lavoro e importante… Poi mi sono messa a studiare senza concludere niente..
    Ogni volta mi piace qual cosa no la concludo…
    Prima c’era. Lei mia nonna e era con lei che parlavo de scuola lavoro… Da quando non ce più lei è come che una parte di me si sta chiudendo…
    Sono arrivata punto de dire al mio fidanzato che sono riuscivo a trovare lavoro qua sarebbe meglio di lasciarsi, non vorrei fare però tampoco vorrei che questa malattia de la indecisione, face sentire male anche lui…
    Scusa per la grammatica ma vorrei un consiglio da parte tua…
    Grazie mille
    ;

    Rispondi
  • Marco Antuzi

    Ciao Francesca,

    Innanzitutto smetti di definirti “fallita”, altrimenti ti comporterai come tale.
    “Isola” i tuoi “fallimenti” dai tuoi successi,concentrati sul futuro non sul passato, quello non si può cambiare.
    Chiediti” cosa mi è mancato fino ad adesso per potermi realizzare?”.
    Non sempre i risultati arrivano subito ma arrivano sempre se tu ti muovi per ottenerli.
    Cosa vorresti cambiare di te e della tua Vita?
    Se ti definisci “fallita” non pensi che gli altri ci crederanno?
    Bill Gates vendette il DOS senza nemmeno averlo tra le mani, lui ci credeva, in se steso, nel suo progetto.
    Se posso esserti utile sono qui, scrivi e ti risponderò.
    Se vuoi una consulenza privata dimmelo, ti risponderò via mail.
    La mia porta è aperta, apri la tua.

    Marco

    Rispondi
  • francesca

    Marcoooo…sono una grande…di sicuro. Ma sai, fino ad oggi, ho ottenuto solo cose mediocri.
    Inizio una cosa e poi non la porto a termine. Ci metto giorni. Trovo finalmente l’amore vero e nel giro di 3 mesi.. pluff, finito. Ho un lavoro che non mi piace. Ogni volta che devo andarci mi si abbassano tutte le energie, per non parlare del lavoro che poi dovrei svolgere da casa…non lo farei mai. Ma come faccio a lasciarlo, e poi? Cos’altro potrei inventarmi di fare. Avevo dei progetti grandi ma, mai realizzati. Non trovo le persone giuste, le occasioni giuste. Vivo una vita mediocre, con grandi pensieri di amore, di lavoro, di benessere…ma nulla. L’atteggiamento positivo può solo rendermi qualche giornata un pò più entusiasmante…ma stringi stringi…in realtà è sempre e comunque tutto mediocre.
    Scusa per lo sfogo di pessimo gusto..visto gli argomenti del sito :) ma stasera sono un pò giù.
    Anzi, sono proprio un fallimento :(

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento