la vita come correre una maratonaDa sempre lo sport è stato metafora ideale per la vita. Ha sempre insegnato a lottare con entusiasmo per quelle cose in cui si crede ed ha allenato la mente umana.

Lo spot della Nike “Impossible is nothing” è rimasto saldo nella immaginazione di tante persone così come le immagini di Muhammad Alì che riesce a correre con i più grandi campioni di oggi.

L’atletica, forse tra le tante discipline, è sempre stata quella che mi ha maggiormente affascinato: vedere gli occhi di quei saltatori con l’asta e immaginare il salto perfetto, ancor prima di compierlo, è qualcosa di emozionante.

Sapere che c’è sempre un limite da superare, ma con la consapevolezza che gli unici veri limiti sono nella nostra mente, mi ha aiutato tantissimo a migliorare la mia condizione fisica.

Rivedere l’esibizione agli anelli di Jury Chechi, che ad Atene vinse un bronzo che valeva oro solo per mantener fede ad una promessa fatta al padre sofferente, è per me fonte di commozione e, nel mio piccolo, mi spinge ad imitare quel pel di carota.

Da queste considerazioni è nato il brano seguente che ho scritto tempo fa proprio per sottolineare come è faticosa ed avvincente la vita.

Ti auguro con tutto il cuore di poter sempre correre per quello in cui credi!

La vita: come correre una maratona

19 agosto 2008

Una corsa anomala: non ci siamo mai allenati prima, nessuno ci ha dato consigli, le doti e le capacità le acquisiremo in campo sbagliando, ascoltando gli altri che sono avanti a noi, ascoltando il nostro corpo, il tempio della nostra anima, e continuando ad imparare giorno dopo giorno come restare sempre in gara.

Verranno delle salite, delle situazioni che faranno perdere gli stimoli a proseguire, ma è in quel momento che dobbiamo ricordarci del nostro obiettivo: la serenità.

Non saremo mai sereni se in cuor nostro sappiamo di aver abbandonato quella situazione che fino a pochi giorni prima ci entusiasmava, ci rallegrava e ci donava felicità al solo pensiero di affrontarla.

Ci saranno dei momenti di recupero, momenti che dedicherai alla cura di te stesso e alla tua crescita personale, a cui magari seguiranno attimi di sconforto e di insicurezza nelle tue abilità.

“A volte sei avanti a volte dietro, la corsa è lunga e alla fine è solo con te stesso.”

Il traguardo è in ogni piccolo risultato che raggiungi; godi di ogni tua vittoria e sii pronto a rimetterti in gioco e ricominciare a correre!

Il vero scopo nella vita è la persona fantastica che diventi nel momento in cui insegui il tuo obiettivo, nel momento in cui il tuo sudore solcherà la tua anima e lascerà una traccia indelebile nel tempo.

Corri … credi … vivi!

tratto dal mio libro “Biografia di un Sorriso”

con amore Kosta, il tuo Happy Coach

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento