duesmilepillola1webNella mia neonata attività di Happy Coach dove cerco di donare un sorriso e un po’ di buon umore a chi ne ha bisogno, sul mio blog mi ritrovo spesso a rispondere a queste due domande: Come posso uscire da questa situazione?

È stata questa la mia domanda ricorrente, a volte chiaramente ricercata per trovare una soluzione, altre volte implicitamente nascosta tra le pieghe dei miei pensieri.

È sicuramente questa mia voglia di reagire ad una sfida, che mi fa tirare fuori tutte le mie energie. Come quel giorno di un freddo febbraio, quando mi ritrovai davanti la diagnosi di una malattia degenerativa del sistema nervoso, e nessun futuro davanti a me.

Mi misi a girare in auto, col mio pandino turchese, con il volume dello stereo quasi a sfondare i timpani e, intanto, i miei pensieri elaboravano già una strategia come risposta.  Lasciai il mio vecchio lavoro che non mi dava più nessuna soddisfazione a livello motivazionale e iniziai a contornarmi di amici, persone che stessero con me per il piacere di parlare, perché fosse sempre stimolante ogni parola scambiata.

Ricordo Carmine quando mi disse “L’atteggiamento mentale di uno stato d’animo lo crea fisicamente” e puff … LA MIA VITA E’ INIZIATA A CAMBIARE, ho iniziato a cercare quelle cose che portavano gioia nella mia esistenza e con le quali il mio corpo si sentisse meglio. E allora chiediti …

Quanto stai sprecando della tua vita?

Trascorri le tue giornate a rimpiangere quella occasione mancata o ad invidiare quel tuo collega “più fortunato”?
La sera raccogli i frutti della tua insoddisfazione, di un’altra giornata passata a lamentarsi, e non hai neanche la forza di stare vicino alle persone che più ami, dedicandogli il tempo e l’energia che tu vorresti.

Molto spesso ti senti stanco e provato per essere stato vicino a un famigliare o ad un amico SOFFERENTE PER UNA MALATTIA o perché ti trovi a vivere o lavorare in un ambiente non stimolante per te; sebbene tu abbia la forza di reagire, queste situazioni ti tarpano le ali.

bimbofelicepillola2webAnche io, come molti, ho i miei momenti no: giornate in cui non voglio fare niente, non ho voglia di mettermi in gioco. Eppure un pensiero ricorrente mi salva e mi permette di dare forza ad ogni mia azione: il desiderio di Sorridere alla vita!  Ho scoperto il segreto della Felicità indipendente! Non faccio dipendere la mia gioia da niente e nessuno, non aspetto di raggiungere quel determinato traguardo per sentirmi felice;  semplicemente la trovo dentro di me. Tanti si affannano dietro un vestito, un gadget tecnologico o dietro un riconoscimento sociale, una posizione e tanti altri oggetti di FELICITÀ ILLUSORIA.

Ma una volta ottenuto l’oggetto del loro desiderio, questa felicità tanto aspettata sparisce tra le loro mani. Come mai? Semplice! Perché la felicità vera non si trova fuori da noi, non si trova in nulla che possa arrivare dall’esterno.
La gioia di vivere è dentro di noi! Come fare a recuperarla anche nei nostri momenti cupi e quando sentiamo il bisogno di uno SPRINT? Con un Sorriso! Se proprio non ci riesce di farlo uscire, guardiamo una foto di bimbo che sorride, un bimbo a cui siamo molto affezionati. Osserviamo il gioco di un animale, ascoltiamo musica, CANTIAMO o BALLIAMO.  Ricordiamoci di questa massima, non lasciamola solamente scritta su una pagina di diario: “Un giorno senza un sorriso è un GIORNO PERSO” (Charlie Chaplin).

E ALLORA …

Cosa aspetti per iniziare ad agire, che i semafori diventino tutti verdi? O preferisci rimandare a quando? Alla fine della tua dieta, a quando avrai più tempo? Decidi cosa vuoi e parti ADESSO. Stabilisci un buon piano d’azione, con delle tappe intermedie, e ricorda sempre di controllare dove ti trovi sulla tua rotta e se c’è bisogno RADDRIZZALA!  Quello che fa più di tutto la differenza, che ti fa diventare una persona di successo è l’AZIONE! Non aspettare oltre, “Uccidi il mostro finché è piccolo”, la tua paura di fallire, di non farcela è ancora sotto controllo quindi MUOVITI! “Esistono due tipologie di falliti nella vita, quelli che agiscono senza pensare, e quelli che pensano senza agire” quindi non perdere altro tempo e FALLO ADESSO! Ti trasferitò le mie attitudini su  come organizzare un tuo piano di lavoro e soprattutto come rimanere motivato al raggiungimento, e come non farti assorbire dalle tue emozioni negative. Tirerò fuori da te il campione, il degno maestro d’orchestra che merita di comporre ed eseguire la sua meravigliosa sinfonia: LA TUA VITA SARA’ UN CAPOLAVORO, se solo sei disposto a metterti in gioco e SORRIDERE!!

8 Commenti

Lascia un commento
  • francy

    Kosta sei grande a volta basta leggere un tuo articolo per capire quanto abbiamo di straordinario e non l’apprezziamo cioè la Vita in tutte le sue sfumature negative o positive che siano ma tali da viverle fino in fondo e trarne il meglio!!!Grande Kosta complimenti SEI UN GRANDE!!!!!!!

    Rispondi
    • costantino

      Grazie Francy, sono questi commenti che mi aiutano ad andare avanti!! MERAVIGLIOSA VITA

  • lucia

    Caro Costa mi unisco a chi ti ha già scritto che le tue parole riescono ad arrivare al cuore di chi le legge. Nonostante ciò purtroppo io non riesco a perseverare nei miei buoni propositi, disperdo le energie e non riesco a mantenere il focus sugli obiettivi da raggiungere. Sarà che non riesco a motivarmi con grinta? E’ come se fossi inceppata a causa di qualche ostacolo inconscio che non mi permette di progredire.Tutto ciò che ho letto sulle credenze personali che sabotano la riuscita del successo e quant’altro alla fine rimane per me pura teoria.Credo di aver bisogno di aiuto ma di Aiuto vero. Puoi darmi delle indicazioni ?.
    P.S. Quando avevo circa 4 anni ho subito un trauma a causa di un incidente,potrebbe forse essere questo l’ostacolo? Grazie per la fiduciache ispiri e nell’attesa di leggere altri tuoi articoli ti abbraccio

    Rispondi
    • costantino

      Grazie a te Lucia, per le tue belle parole! Continua ad alimentare la mente con frasi e immagini potenzianti!

      Su questo blog trovi tanto materiale interessante e delle persone straordinarie che ti aiuteranno. I

      l fatto che hai già individuato il problema, può esserti d’aiuto, hai già focalizzato cosa ti blocca.

      Ma io da solo non basto, mi spiace … forse tra un po’ avrò maturato le parole adatte per aiutarti!!

      Grazie e meravigliosa vita!

  • Roberta ASHAN

    Per assurdo, la malattia e’ stata un’ ulteriore opportunita’, comunque, se
    fossi in Te io non ne parlerei piu’, Tu sei molto piu’ grande della tua malattia.
    E poi, e’ davvero cosi’ impossibile guarire? Io credo che fino all’ ultimo nessu-
    no lo possa dire, e poi, forse e’ l’ inizio di un viaggio di guarigione bellissimo
    come e’ stato dodici anni fa per me. Il sintomo ci porta alla CAUSA, e le
    CAUSE ci portano ( prima o poi) alla VERITA’.
    Ti faccio i miei migliori complimenti per tutto il piuchepuoi a venire!!!
    ( dobbiamo divertirci tutti di piu’, senza permettere di farci vivere dalla
    routine, bella sfida!).

    Rispondi
  • marina

    Bravo Kosta, bell’articolo, complimenti!
    Continua a scrivere e a trasmetterci l’entusiasmo per la vita che traspare dalle tue belle parole!
    Un abbraccio Marina

    Rispondi
    • costantino

      Grazie ad entrambi, vi avverto che io non mi fermo qua. NE VEDRETE DELLE BELLE!! MERAVIGLIOSA VITA A VOI TUTTI!

  • Manuel

    Queste stesse identiche parole si possono trovare su qualsiasi libro o articolo sulla crescita personale…… Ma chissà perchè, dette da te Kosta, assumono un significato particolarmente risvegliante e illuminante che nessunaltro coach riesce ad ottenere.

    SEI UNICO E DAVVERO CONTAGIOSO !!!!! :)

    Manuel

    p.s.: non so se lo sapevi ma:
    dalle “mie parti” la gente vocifera che “quando qualcuno diventa autore di un articolo per piùchepuoi, ha appena raggiunto il Successo !”

    COMPLIMENTI !!! :)

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento