Non permettere di farti gestire le emozioni dagli altri

Nessuno ti può intimidire, solo tu puoi decidere se farti intimidire o meno.

In molti sostengono di avere timore delle persone, e di dialogare spesso con individui capaci di metterli in soggezione, in molti “delegano” agli altri la responsabilità delle proprie emozioni.

NESSUNO PUO’ CONTROLLARE O GESTIRE LE TUE EMOZIONI SE TU NON GLIELO PERMETTI.

LE TUE EMOZIONI TI APPARTENGONO, SOLAMENTE TU PUOI DECIDERE SE FARTI INFLUENZARE DAGLI ALTRI O MENO.

Ogni qualvolta sei in presenza di qualcuno che ritieni “autorevole” o superiore alla tua persona e provi un senso di “imbarazzo” tendi a credere che sia quella persona ad avere il potere di farti sentire così.

Non è vero!

Se comprendi che nessuno ha il potere di ferirti, intimidirti, intristirti (e tutto quello che finisce per -irti), solamente con la sua presenza o le sue parole.

Ogni volta che ti credi “inferiore” a qualcuno e “offri” a lui l’opportunità di influenzare le tue emozioni non fai altro che permettergli di controllare i tuoi comportamenti.

Pensa all’ultima volta nella quale ti sei arrabbiato … sei davvero sicuro che sia stata una “persona” a farti arrabbiare e che non sei stato tu a reagire con la “rabbia” al suo comportamento?

Pensa all’ultima volta nella quale qualcuno ti ha messo in soggezione … anche se quella persona “voleva” metterti a disagio non credi che alla fine sia stato tu a permettergli di farlo?

Le persone non vanno in giro con iniezioni, spray, e pillole con le quali possono “somministrarti” le emozioni che desiderano farti provare.

SEI TU CHE HAI IL PIENO CONTROLLO DEL TUO MONDO EMOTIVO … DI QUELLO SENTIMENTALE … E PUOI DECIDERE DA ADESSO DI SMETTERE DI DARE AGLI ALTRI L’OPPORTUNITA’ DI GESTIRE LE TUE EMOZIONI.

Una persona che è in grado di gestire il proprio mondo interiore è libera dai condizionamenti.

La prossima volta che proverai un’emozione chiediti se ti è utile, se questa è piacevole e produttiva accettala e vivila, se questa è negativa e disturbante rifiutala.

Io la penso così,

Sinceramente,

Marco.

7 Commenti

Lascia un commento
  • Marco

    Nel prossimo articolo cercherò di rispondere alle vostre domande.
    In questo ho voluto fare leva sulla vostra “innata” capacità di cambiare, prossimamente cercherò di essere più specifico.
    A presto!

    Marco

    Rispondi
  • giordanrino

    bravo marco sei veramente una persona inteligente ma questo tu gia lo sai,ho letto il tuo articolo e mi ritrovo in tutto quello che dici sono io che permetto alle persone di mettermi in sogezzione anche perche la mia autostima e molto fragile ma se come dici tu non ci lasciamo pui influenzare dal mondo esterno e non permettiamo piu alle persone sgradite di entrare nel nostro mondo allora le cose cambiano credimi questo lo avevo gia capito pero e molto difficile non lasciarsi inflenzaere dal mondo ciao grazie

    Rispondi
  • angela

    Ciao ! Condivido in pieno le parole che hai scritto. Ma ho una domanda: io posso cercare di scacciare un’emozione, ma se l’emozione ti viene causata dal rapporto con una persona negativa e che hai sempre intorno, come presempio un collega ? Devo passare la giornata a scacciare le emozioni negative che mi provoca solo a vederlo ? Intendo dire: come affrontare una scocciatura continua causata da chi ci prova gusto a infastidirti ? Specialmente se questo è un superiore…

    Rispondi
  • claudio

    In questo articolo ho visto scorrere la mia vita intera e leggendo sempre questo sito piùchepuoi mi sono reso conto a poco a poco di quanto ho permesso io agli altri di “gestire me stesso”.
    E’ un po di tempo invece che, seguendo queste strategie e ampliando le conoscenze di ciò che possiamo fare, la mia vita e il mio lavoro sono sempre pieni di entusiasmo, ogni giorno!
    Ringrazio Marco per l’eccellente articolo!
    Claudio.

    Rispondi
  • Tiziana Galante

    Sì sono d’accordo con te. Ma quando a farti star male sono i tuoi figli adolescenti o post-adolescenti per cui ti senti riiutata, allora arriva la frustrazione e il pianto. Io sto male, loro apparentemente no, tutto comunque peggiora. Sono queste le emozioni che dovrei controllare, loro mi rispondono male? Devo lasciar fluire? Posso arrabiarmi almeno un po’ perchè sono ingiusti? Non so, sono confusa. Ciao Tiziana

    Rispondi
  • paola

    sagge parole…..
    ma non ci puoi dare qualche consiglio “operativo” su come fare per non farsi sopraffare emotivamente dagli altri???
    Hai qualche “trucchetto” /esecizio/altro da insegnarci?
    Grazie e complimenti!

    Rispondi
  • Francesco benesserefisicoementale.com

    Bel post Marco!

    Sin da piccolo ho sempre cercato di trovare dei metodi efficaci per proteggermi dall’influenza degli altri sul mio umore.

    Devo dire che non è stato facile ma alla fine ci sono riuscito.

    A quel tempo non conoscevo tecniche di PNL, ipnosi, psicologia energetica ecc ma prendendo la sana abitudine di sforzarmi di sorridere ogni qualvolta qualcuno dicesse cattiverie o altre cose brutte o abituato il mio cervello a far scivolare l’emozione negativa.

    Posso dire che con le tecniche di oggi è più facile arrivare a questo risultato ma in ogni caso tutti gli sforzi che si faranno per arrivare a questo obiettivo saranno ampiamente ricompensati per tutta la vita.

    Un abbraccio Francesco :-)

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento