La parola tradimento inteso in un rapporto di coppia è un pò inflazionata, cioè spesso viene usata in modo inappropriato, tutti sappiamo cosa vuol dire tradire, ma ci dimentichiamo di specificare cosa vuol dire tradire “per noi”.
Ogni parola porta in sé un Significato personale per ognuno di noi, e ad ogni Significato è collegata un’Emozione, ogni volta che diciamo quella parola ecco che sentiamo quella Emozione.partner
Ma vediamo cosa può Significare “tradire il partner” per una persona, ecco alcuni esempi:
Per una persona molto religiosa, educata in modo rigido e severo, persino guardare un’altra donna (o uomo che sia), avere fantasie con quella persona, passare una serata da sola con lui/lei può avere un significato molto simile al tradire
Per un’altra persona educata in modo più libero ed aperto, il fatto di andare a letto con un’altra persona può non voler dire tradire.
– Chi scopre di essere tradito/a dal proprio partner ed a sua volta và a letto con un altro/a per ripicca forse quell’azione così forte non lo valuta come un tradimento ma come un gesto estremo per far capire al partner di aver sbagliato
– Ci sono persone che accettano le scappatelle del proprio partner, altre vogliono subito il divorzio se lo vengono a sapere
Ci sono persone che amano il proprio partner per tutta la vita nonostante le varie storie sessuali che ha avuto con altre persone
– C’è la coppia aperta che non vede un tradimento nell’andare a letto con altre persone, altre invece vedono in una storia di coppia un’esperienza di vita che deve andare avanti per sempre, qualsiasi cosa succeda
Potrei farti altri 1000 esempi di questo tipo.
Questo dimostra che il nostro concetto di tradimento può essere diverso, particolare, originale rispetto al concetto fatto da altre persone, e questo dipende da vari fattori:
– L’educazione ricevuta
– Le esperienze fatte nella vita
– L’esempio dato dai genitori o da persone care nella propria vita
– L’immagine che ci si è fatti col tempo del tradimento
Questo ultimo concetto è la base su cui noi viviamo e sperimentiamo cosa vuol dire “tradire il partner”, cioè “Come Percepiamo” noi il tradimento, Cosa Vuol dire per noi tradire.
Questo è importante in quanto ogni persona a seconda di come percepisce il proprio rapporto di coppia e l’Immagine che si è fatta del tradimento, potrà comportarsi in un modo che per lui/lei non vuol dire tradire, ma per il suo partner può significare di si, appunto perché i due partner possono venire da due esperienze diverse, da due culture differenti, da vissuti personali che sono distanti tantissimo l’uno dall’altro.
Se un partner ad esempio chatta con una bella ragazza senza mai incontrarla, per lui non significa tradire, per sua moglie può significarlo, se una donna passa tanto tempo col datore di lavoro anche quando non è il caso, ma lo fà sperando di avere una promozione, suo marito può essere convinto che questo sia l’anticamera del tradimento, ecc.
Se il tradimento viene innescato dall’esterno come ad esempio il fascino di una persona, la bellezza di una donna, il fatto di trovarsi in una festa e di aver bevuto un po’ abbandonandosi alla situazione può essere considerato tradire il partner? O è solo la debolezza di un momento?
Invece il fantasticare di stare con un’altra donna o uomo, le fantasie sessuali con altri, voler conoscere altre persone, voler fare una vacanza senza il partner, lo avvicinereste al significato di tradimento?
Ed ora ti chiedo:
– che cos’è per te il tradimento?
– L’immagine che ti sei fatto del tradimento è simile a quello del tuo partner?
– Ne avete mai parlato?
– Quali azioni per te significano tradire e quali no rispetto ad un sano rapporto di coppia?
Beh la chiave per sapere se una persona si sente di aver tradito o meno è “il senso di colpa”, se dopo una scappatella, o dopo aver chattato, o dopo una serata con un collega, o uno sguardo con un’altra donna o uomo durante una festa, se dopo queste azioni questa persona si sente in colpa, vuol dire che quell’azione è collegata al concetto di tradimento che ha.
Forse parlarne assieme ed approfondire questi vissuti può aiutare a rafforzare la coppia, che ne pensi?
E se tu hai tradito qualche volta tua moglie o tuo marito, ti sei sentito in colpa? O per te quell’azione non aveva nessun significato? E cosa succede se per te l’azione che fai non è un tradimento ma per il tuo partner si? Sei capace di rispettare il tuo partner e rinunciare a compiere quell’azione?
Dott. Rolando Tavolieri

16 Commenti

Lascia un commento
  • Rico

    Salve dottore,

    La mia storia è questa: ho conosciuto una ragazza, che ritengo sia la donna della mia vita… Il primo mese eravamo semplicemente uscenti, e lei riteneva che eravamo liberi di avere rapporti con altri, non essendo impegnati seriamente… Io non ho fatto altro che dedicarmi a lei, mentre lei in questo mese si è lasciata andare con altri, fin troppo. Melo confessò subito, e io lo accettai, un po’ scocciato, ma ho apprezzato la sincerità.
    Quando ci siamo fidanzati ufficialmente era tutto perfetto… Ma ho avuto un momento di debolezza io, non so se per quello che fece lei prima, o se per incertezza se fosse quella giusta… Fatto sta che sono uscito con una ragazza del nostro gruppo di amici, senza intenzioni di vendetta o tradimento. Mi è bastato un secondo per disperarmi e rendermi conto dell’errore che feci, piangendo per giorni, prendendo anche dei giorni a lavoro. Abbiamo deciso di tenerlo per noi e non dirlo a lei, anche se avrei voluto sempre farlo. Adesso è più di un anno che stiamo insieme e sono 9-10 mesi che è accaduto questo episodio. Questa ragazza peró ha confessato questo segreto a tre persone, di cui uno era il mio miglore amico, ignaro di questa notizia, poichè volevo cancellarla dalla mia vita. Adesso non riesco a vivere, non riesco a vedere i miei amici, sapendo che mi giudicano (ed io, purtroppo, ci tengo all’opinione pubblica). Adesso non so cosa fare, se confessarlo a lei o no. Il mio migliore amico non mi parla e non riesco ad essere sincero. Ogni giorno ho intenzione di dirlo, ma ho paura della sua reazione, del distruggere i rapporti nel gruppo, del fatto che glielo confesso un anno dopo. Forse non ho ben compreso se posso chiedere aiuto a lei… Ma se può aiutarmi o darmi la sua opinione, le sarei molto grato.

    Grazie in anticipo dottore.

    Rispondi
  • Rolando

    Ciao Francesco,
    se vuoi riconquistare la tua ragazza, chiedile cosa devi fare affinchè lei possa ancora tornare con te e perdonarti.
    A volte basta solo chiedere come fare e cosa fare per risolvere qualcosa, se lei non vuole per il momento forse hai colpito la sua identità, ci vuole tempo per lei affinchè torni di nuovo a costruire una storia con te.
    Dalle delle prove, fai in modo che il tuo comportamento oggi sia impeccabile e vedi cosa succede.
    Se non dovesse perdonarti, ti ricordo che fra 25 anni come dice Richard Bandler forse non ricorderai nemmeno il suo nome, e che vi sono milioni di ragazze con cui puoi avere una storia.
    Un cordiale saluto
    dott. Rolando Tavolieri

    Rispondi
  • Francesco

    o ho sbaglio ho fatto apprezzamenti via sms un po pesanti a dicembre ma poi da solo ho capito che stavo sbagliando e mi sn fermato e da allora comportamento ineccepibile…lei non ne vuole sapere ragione mi ha lasciato e non mi vuole dare la possibiltà per dimostrarle che è stato solo un momento di debolezza e che non la volevo mai e poi mai tradire…cosa ne pensa dott come posso farmi perdonare?sto malissimo ieri ho avuto una crisi nervosa con blocco respiratorio

    Rispondi
  • Rolando

    Ciao Ale,
    penso che è Meglio chiarirti definitivamente con lui, succeda quello che deve succedere, ma se continui a fantasticare su cosa penserà di te, su cosa potrà dirti se gli parli, su come andrà a finire, senza avere una conferma, sarà una fantasia non provata.
    Chiarite una volta per tutte le vostre opinioni e sentimenti e poi fai la scelta che vuoi fare.
    Un cordiale saluto per te
    dott. Rolando Tavolieri

    Rispondi
  • ale

    ciao…
    dopo tanto tempo ho deciso di lavorare, il primo girno di lavoro conosco lui che per altro era anche, socio del locale che lavoro, poi da quel girno ci siamo sempre frequentati, e una persona molto inteligente e per altro filosofo e piscologo, quindi a l’inizio tutto perffeto, credo che quando si inzia una storia e tutto cosi bello che non te accorge de alcuni dettaglie chi sono importante, dopo la 6 settimana abbiamo concluso la nostra conoscenza e poi ci siamo visti eancora, ma in questo periodo, abbiamo litigato due volte, la prima e stato perche lui non era molto presente e facceva e voleva che tutto fossi al modo suo, perche e un malato dell auto controllo come me, quindi gia accettare tutto cio e stato difficile, mi ha detto che sofre dal fatto di annalisare le cose da quando ha 7 anni, e per quello si a preso la laurea cosi facilmente, e io dico e ribadisco che lui non la doveva fare sul di me,m altrimente non saremmo mai andati da accordo, e poi a lavoro non ci siamo guardati piu, decido di andare a casa sua a parlare, parliamo e lui dici che certe cose non mi puoi dare e che sta passando per un periodo difficile, e io dico di voler provare, ma si da la altra parte ci sia un voler reciproco, lui acceto!
    poi passa ancora un po di tempo, tutto bene, un bell giorno a lavoro, bevo un bicchiere di vino in piu, litigo con una persona in bagno ci alziamo le mani poi vado da lui a piangere e prentedere consolazione, lui mi sgrida e io piu forte di lui…la fina ci sono passate 3 settimana continuo a lavorare ma non ci guardiamo e nem ci salutiamo piu…ma allo stesso momento ci credo nella legge della attrazione e sento che lui mi osserva da lontano…e anche io lo guardo in modo che lui non se accorga, io sono andata a cercalo una volta, e non mi sento di fare la secondo…ma non perche non voglio tornare con lui, ma si perche mi vieni la rabbia in pensare che lui non ha voluto ascoltarmi in quello momento…e come se lui volessi che mi sentisse in colpa per una cosa che non e la mia…lui dicchiara di essere molto forte, e ammetto lo eh, in questo momento non capisco si e finita?! ho forse lo sia, ma non so quanto vorrei chiarire, perche se parlasse con lui, chi cosa che mi potebbre dire, sente e finita e questa non e una cosa che voglio sentire, ma lui come piscologo stara annalizzando tutto e e io non so come farlo perche non sono una piscologa! che ne dici..??? grazie…

    Rispondi
  • giorgio

    grazie Rolando per avermi risposto. Si la nostra intesa sessuale è ottima e ogni volta che lei mi si avvicina ..se posso dirlo..io ho delle perdite di liquido seminale..ma secondo te può essere solo una questione chimica o di feromoni o per avere questo effetto su di me ci può essere dell’altro? esiste questa così detta sindrome pre mestruale? perchè ci sono giorni che sembra le dia fastidio e altri che mi divorerebbe e non vorrebbe mai smettere…io ho pensato anche che fosse lunatica o matterella !!

    Rispondi
  • Rolando

    Ciao Giorgio,
    per darti una risposta precisa dovrei conoscere di piu’ sulla vostra storia, comunque la risposta la dai tu nella tua frase:
    – lei non raggiunge sempre l’orgasmo con suo marito
    – la vostra intesa sessuale è buona
    più chiaro di cosi’!!!
    Nel dubbio perchè non lo chiedi a lei?
    un cordiale saluto
    dott. Rolando Tavolieri

    Rispondi
  • giorgio

    sono il suo datore di lavoro,dice che vuole bene a suo marito,da 3 anni facciamo l’amore un paio di volte al mese,dice che non lo fa per interesse nè per amore,c’è una terza possibilità? a livello sessuale tra noi è bellissimo ! dice che con suo marito raramente raggiunge l’orgasmo mentre con me anche 2 o 3 volte. piu di una volta mi ha lasciato ma è sempre tornata…bisognosa di fare l’amore

    Rispondi
  • giorgio

    sposato io sposata lei

    Rispondi
  • alba

    Grazie :-)
    Alba

    Rispondi
  • Rolando

    Ciao Alba,
    per Cambiamento intendo la possibilità e la Necessità a volte di Cambiare l’Immagine che una persona (donna o uomo che sia) ha di qualcosa, di una situazione, ed in questo caso dell’azione che ha fatto, ad esempio cosa vuol dire per la persona che lo fà, avere una nuova relazione nascosta? O cedere ad un rapporto di un notte, o fare delle avance ad una persona su una chat?
    Cambiando l’Immagine di qualcuno, o di qualcosa, di una situazione, possiamo cambiare noi stessi in Meglio e quindi le nostre Relazioni in Famiglia, col partner, nel lavoro, ecc, perchè avremo Acquisito una “Nuova Percezione della Realtà”.
    (l’email è giusta, ma forse hai lasciato uno spazio prima di “.it” riscrivila bene.
    Ciao
    dott. Rolando Tavolieri

    Rispondi
  • alba

    Grazie Dottore per i complimenti :-) altre tanto :-D
    Lei sicuramente sa benissimo che molto spesso gli uomini non trattano le storie fuori matrimonio come un tradimento. Ma se venissero a scoprire che la loro moglie ha l’interesse per l’altro uomo allora cambia tutto. L’orgoglio maschile!!!! Loro si, ma le donne no!
    Cosa intende Lei parlando del Cambiamento? di chi? Chi dei due deve evolvere? quello tradito o il traditore?
    Grazie ancora,
    Alba :-)

    p.s Ho mandato una mail al suo indirizzo su “libero .it” non è attuale?

    Rispondi
  • Rolando

    Ciao Alba,
    mi ha colpito la tua ultima affermazione:
    “La società ha creato questa parola “tradimento” che contiene tutto ciò che pure non dovrebbe significare.”
    Questo dimostra, come ci insegna Richard Bandler (co-fondatore della pnl)che ogni parola ha un peso e richiama in noi un’Emozione particolare che è soggettiva, a seconda del nostro vissuto personale.
    A volte mi sono chiesto come tu dici, se questa parola: tradimento, sia adatta, sia consona o specifica in date situazioni e per ogni persona, e la risposta è no, in molte situazioni questa parola non è adatta, cioè esprime in modo errato l’azione specifica che viene attuata, e poi bisogna tener conto di chi l’ha fatta questa azione e cosa vuol dire per lui/lei, che significato rappresenta per lui/lei, ad esempio se un uomo ha un’avventura sessuale con un’altra donna, se lui non lo considera un tradimento, ma la moglie si, cosa succederà se lei lo viene a sapere? Lo perdonerà perchè per lui non vuol dire tradirla, o avrà difficoltà perchè è stata ferita e giustamente lui deve rispettare questo punto di vista? O ancora uno dei due Modificherà l’immagine di quell’azione di “tradire”? Il Cambiamento a volte risolve le Situazioni, l’importante è Cambiare Sempre in Meglio cioè: EVOLVERCI.
    Complimenti Alba, ciao
    dott. Rolando Tavolieri

    Rispondi
  • alba

    Grazie Dottore per il commento. Si, ha ragione in tutto ciò. A me è venuta in mente un altra cosa. Possiamo essere i partner “perfetti” ma il problema può anche non stare nei fattori che Lei ha elencato sopra-cioè supponiamo che sono rispettati e a questo punto il partner che tradisce ha un problema. Solo che ci vuole tanta maturità per capirlo da tutti e due le parti.
    Invece se una parte sta avvisando che manca il dialogo, la voglia di cambiare, la capacità di mettersi in discussione ecc e la situazione dura anni poi non si dovrebbe rimanere sorpresi che il partner si sta allontanando…
    io dicevo sempre che non vorrei mai scoprire il tradimento- non vorrei mai la confessione-questo secondo me è levarsi il peso dallo stomaco invece se qualcuno decide di fare un passo allora deve essere anche responsabile e non ferire i più cari. Non dico che il tradimento è un errore- ci sono tante facce. Poi secondo me quando il partner non capisce o non vuole capire che sta sbagliando per via del suo orgoglio o durezza o l’egoismo, trovare un altra persona non è il tradimento- è la salvezza. La società ha creato questa parola “tradimento” che contiene tutto ciò che pure non dovrebbe significare.
    Grazie ancora :-)

    Rispondi
  • Rolando

    Buonasera Alba,
    sono daccordo con quello che dici, in quanto le aspettative di cui parli corrispondono se ho capito bene a quelle che io chiamo:
    “Colmare i nostri vuoti interiori”
    Come lei dice giustamente, se una persona ha un desiderio di andare con un’altra persona e lo mette in pratica, vuol dire che c’è qualcosa di cui non è soddisfatta nel suo rapporto di coppia, ma ci sono altri elementi da esaminare:
    – I Valori (se per una persona il Valore della Famiglia è più forte di un Bisogno di affetto e di tenerezza anche fisica da parte di una persona che non sia il proprio partner, non tradirà ma, ma se questo valore non è sentito, non ci penserà molto, però dopo dovrà assumersi le sue responsabilità col partner e con la Famiglia)
    – Il Dialogo all’interno della coppia
    – L’accettazione dei difetti del partner
    – La Capacità di mettersi in dscussione
    – L’Apertura Mentale
    – La Voglia di Cambiare
    – La Libertà nella coppia
    – Prendere coscienza di cosa accade nel proprio rapporto
    – Lo Scopo del matrimonio o del rapporto col partner
    ed altro ancora.
    Inoltre il “tradire” implica il dare un dolore alla persona amata, il colpire la sua autostima, il cambiare immagine di sè, del partner e del rapporto, quindi per Prevenire un’eventuale tradimento Bisogna avere un buon dialogo col partner basato sulla Trasparenza, Sincerità, Amore, e inoltre Bisogna avere un Buon Dialogo con se stessi
    Un cordiale saluto
    dott. Rolando Tavolieri

    Rispondi
  • alba

    salve Dottore e grazie per tutti gli articoli che ha scritto. Dunque. Il tradimento secondo me non è altro che le nostre aspettative nei confronti dell’altra persona. So che per tanti è difficile da capire ma questo è il mio punto di vista. Se una persona si sente attratta da qualcuno che non è il proprio partner vuol dire che a casa non ha tutto quello che desidera oppure ha sempre bisogno dei nuovi stimoli e a quel punto bisogna riflettere cosa fare con un partner del genere. E’ sempre una sofferenza scoprire di essere traditi ma è anche una bella lezione di e per noi stessi. Per il mio marito solo il pensiero di un altro uomo da parte mia sarebbe il tradimento. Ma il tradimento cosa è? bisogna essere molto maturi per poter affrontare “un tradimento” in modo saggio e iniziare sopra tutto da se stessi….

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento