Pochissimo tempo fa un mio lettore mi ha scritto che manifestare da parte mia le crisi non sia un buon segno, in quanto un Life Coach non dovrebbe avere mai crisi. Ed allora potrebbe succedere che un potenziale cliente potrebbe scegliere qualcuno che non manifesta dubbi e crisi. Questa riflessione mi ha fatto pensare alle crisi ed alla loro funzione. Mi è capitato di laggere alcune righe del grandissimo Wayne Dyer che racconta come nella sua esistenza non ci sia stato un momento decisivo se non passando attraverso momenti di dubbio e crisi. Se lo scrive Wayne Dyer..

Io manifesto le mie crisi perchè ritengo che sia utile per chi mi legge comprendere come avvengano e come se ne esca nel migliore dei modi. E poi le manifesto perchè sono certo che sia utile per me. Le mie crisi, i miei dubbi hanno sempre rappresentato un momento determinante di crescita. Io le chiamo le febbri di crescita, così come avviene nei bambini. Dopo un corso particolarmente forte, dopo degli avvenimenti esterni poco confortanti mi è accaduto svariate volte. E non mi vergogno affatto a diffonderlo. Un coach è un essere umano come un altro che ha una missione ma è in cammino anch’esso. E poi amo definirmi più un testimone e ricercatore che un Coach.

La mia ultima crisi è nata dal fatto che moltissime cose che avevo in programma non sono andate in porto. Corsi, libri, audio, conferenze quasi tutto stava andando male. Io sono stato sempre ben certo della mia missione, del mio scopo e della vocazione (chiamata). Ho sempre avuto nel cuore la realizzazione di ciò che desidero ardentemente. E forse è proprio qui il problema. Quanta foga, quanto ardore ho messo nel perseguire..e quanto sono rimasto attaccato ai risultati. Questo può aver generato insicurezza e paura del fallimento e non ha prodotto risultati. Poi ho cominciato non soltanto a studiare le leggi dell’Universo ma anche a metterle in pratica. E pur rimanendo nell’azione mi sono distaccato emotivamente dallo scopo, ma sopratutto dal modo di raggiungerlo. Non sono rimasto ardentemente attaccato agli esiti delle mie azioni, ho cominciato a viaggiare con maggior disincanto. Devo essere sincero mi è passato per la mente che il mio scopo non fosse quello giusto. Ma le cose non stavano così. Come ho detto a qualcuno

 mi sono scansato ed ho lasciato fare all’Universo.

Proprio quando ho adottato questo atteggiamento, questa attitudine le cose hanno cominziato a funzionare. Lentamente ma hanno cominciato a funzionare. Ed ho ricevuto tanto di quegli incoraggiamenti da chi non mi conosce e non mi conosceva, che ho compreso. Mi è arrivata una risposta fortissima!! E poi mi sono sentito così umile, così poco arrogante nel ricevere anche apprezzamenti ed estremamente grato. Il mio scopo è corretto, io sono qui sulla terra per metterlo in pratica. Ho soltanto bisogno di lasciare andare le cose con i tempi ed i modi giusti che non determino io (le modalità di realizzazione).

Voglio mandarti un messaggio che ritengo estremamente importante. Determina il tuo scopo e fai si che si vero , autentico e sentito. Lavora su quest’ultimo con l’immaginazione. Agisci con la gioia di agire e distaccati dai modi di realizzazione. Agisci con gioia e basta! Non attaccarti con le unghie ai risultati.

Questo è il mio segreto che sento di condividere con più persone possibile. Questo è il messaggio che oggi ritengo più rilevante. E condivido con grande umiltà.

Con il cuore

Luigi Miano

11 Commenti

Lascia un commento
  • Luigi Miano

    Prego Felice, sono contento!

    Rispondi
  • Felice

    Grazie mille Luigi, è la risposta che cercavo!!!

    Rispondi
  • Luigi

    Cia Stefania esatto, buon viaggio!

    Rispondi
  • anna

    sono d’accordo con te a volte cerchiamo noi stessi dei modi per realizzare i nostri desideri piu’ sentiti, ma non ci accorgiamo che in questo modo costruiamo i nostri stessi ostacoli e paure. Il nostro compito e’ desiderare con la mente con l’anima e con il cuore … e… lasciare andare …non e’ compito nostro capire come questa nostro desiderio possa realizzarsi… ma bisogna assolutamente essere certi che si avverera’ prima o poi. Nulla succede a caso. Non credo alle coincidenze

    Rispondi
  • Stefania

    Grazie, Luigi! Come dire, godiamoci il viaggio…?

    Rispondi
  • luigi miano

    @Giusi siano sempre benedette le crisi un saluto!
    @Paola prego
    @Enrico quello che ti è accaduto ha un profondo significato ed in effetti la tua vita è cambiata. A dimostrazione che le crisi hanno sempre un senso.
    @Paulina grazie a te per avermi letto

    Rispondi
  • Ivano

    A buon intenditor poche parole. Condivido!100%

    Rispondi
  • Paulina

    GRAZIE INFINITEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
    E DA GIORNI CHE CERCO UNA RIPOSTA ED ECCO LE TUE PAROLE.
    “AGIRE CON GIOIA E NON ATTACCARMI AI RISULTATI” SEMPLICE FRASE CON UN IMPATTO FORTISSIMO DENTRO DI ME.
    GRAZIEEEEEEEE DI CUORE MI HAI RASSERENATO TANTISSIMO.

    Rispondi
  • enrico milesi

    ottima visione,estremamente lucida,di cui avevo delle intuizioni,ma ora mi è chiaro il concetto bravo Luigi..!Anch’io come tanti ho un problrma,i soldi nn mi amano,o meglio ho sempre e solo il necessario indispensabile,x accontentare il figlio di 15 anni(sono vedovo)commerciavo abbigliamento fmminile all’ingrosso ma nel giugno 99 un grave incidente stradale ma con la moto mi ha tolto di mezzo x 18 mesi 3 mesi di coma ed altri 15 di ricovero in una casa di rieducazione quindi basta commercio,però nn so come mi si sono aperte altre vie,più che altro intuitive,vabbè nn mi dilungo ancora intanto ti saluto,ciao Luigi sono Enrico

    Rispondi
  • Paola

    Grazie Luigi, oggi mi hai aperto lgi occhi sul perchè continuo a fallire nel mio obiettivo, ho pensato, riflettuto, controllato la strategia, la bontà, le credenze, insomma le ho provate tutte per capire il perchè non andavo anvati… ora è chiaro!

    Grazie 1000
    Paola

    Rispondi
  • Giusy

    Ciao Luigi,
    Anche io sono un Life Coach, e sono d’accordo con te.
    Le mie crisi mi hanno portata ad essere oggi quella che sono e ogni tanto anche io ho momenti di profonda riflessione e devo fermarmi.
    Ma ho capito anche una cosa, se non fossimo cosi predisposti ad andare in crisi con noi stessi per poi risolvere tutto , non potremmo aiutare nessuno , perche’ solo provando sulla propria pelle si possono capire le persone.
    E’ vero siamo umani anche noi , ma c’e’ una cosa che un Life Coach non deve dimenticare mai , l’umilta’ di imparare sempre da se stessi e dagli altri.
    Diamo sempre un benvenuto alle crisi perche’ aprono porte interessanti :)
    Un caro saluto
    Giusy

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento