Il titolo di questo articolo è una provocazione. Non penso che qualcuno di voi mi prenda come punto di riferimento infatti il titolo serve solo per sintetizzare quello che ti sto per dire.

Un errore che ho visto compiere da alcuni coach consiste nel cercare di persuadere i propri clienti in modo così energico da risultare a volte invasivo e simile ad un indottrinamento.

Alcuni lo fanno involontariamente altri invece sono talmente convinti delle proprie idee da volerle trasmettere al maggior numero di persone possibile.

In verità è impossibile non influenzare così come è impossibile non essere influenzati.

Per questo motivo alcune delle cose che ho appena affermato possono apparire paradossali.

Lascia però che ti spieghi quello che voglio veramente dire.

Qualsiasi consiglio che io ti possa dare, qualsiasi suggerimento che ti possa indicare, qualsiasi tecnica che ti possa insegnare dovrebbe essere sempre vagliata dal tuo senso critico.

Cosa intendo?

Proprio perché non ci sono credenze vere o false, reali od irreali ma solo credenze funzionali o disfunzionali devi assolutamente cercare di mantenere intatte quella serie di convinzioni più o meno condivise da chi ti sta intorno che però ti fanno stare bene.

Questo è il senso dell’articolo, abbi tanti punti di riferimento intellettuali, spirituali o culturali ma impara a renderti conto che le tue opinioni hanno il medesimo valore.

Per questo ogni volta che senti che stai seguendo una persona ma che non credi fino in fondo a tutto quello che afferma abbi il buon senso di non mettere in discussione quello che senti giusto per te anche se va contro le idee di questa persona.

Abbi tanti maestri ma sii sempre il punto di riferimento di te stesso/a.

La tua esperienza personale ha maggior peso se tu impari ad integrarla con altri punti di vista ma senza fare in modo che il punto di vista altrui abbia un peso maggiore del tuo.

Nessuno impara a vivere frequentando dei corsi o specializzandosi in qualche mestiere ma tutti noi abbiamo una visione della realtà che è una integrazione tra quello che viviamo e quello che crediamo indipendentemente dalle nostre esperienze.

Ogni credenza che ti fa stare bene ha senso ed è buona, certo, a meno che tu non creda di essere un supereroe e vada in giro con un costume ed un mantello!

Per questo non credere mai a chi ti “costringe” a metterti in discussione ma prendi le sue affermazioni come consigli da accettare o da rifiutare.

Quando capirai che sei padrone di ogni tua credenza ti sentirai più libero e sicuro di te.

Io la penso così,

A dopo,

A presto,

Sinceramente,

Marco.

1 Commento

Lascia un commento
  • Ilaria

    mi è piaciuto marco.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Lascia un commento