il mondo in manoLettera aperta ad un/a bambino/a e a tutti gli adulti che non ricordano il bimbo che c’è in loro.

Caro Tesoro mio, alla tua nascita hai il mondo in mano e lo tieni stretto per tutti gli anni della tua infanzia. Poi, un bel giorno, ti svegli e lo dimentichi completamente.

Per colpa di chi?

Forse l’infanzia svanisce come per incanto oppure… tutti noi impariamo dai comportamenti e tu giorno dopo giorno acquisisci quelli che vedi tramite: i tuoi genitori, i tuoi insegnanti, i tuoi compagni, i tuoi amici, la televisione, la società in generale.

E così inizi a pensare che si possa ottenere tutto e subito e, anzi, bisogna ottenere tutto e subito. Se non fai così non sei una persona di successo, se non fai così non sei come gli altri. Ma … attenzione:

  1. ‘successo’ significa anche ‘già accaduto’ o, magari, ‘su cesso’;
  2. essere come gli altri significa anche essere dei ‘pecoroni’.

Alla tua nascita sei un essere unico che conosce bene le sue priorità, il suo valore. Anche se un giorno la tua mente dimentica queste cose ciò non significa che tu non sia più una persona speciale, diversa da tutti gli altri, con i tuoi pregi ed i tuoi difetti, con le tue potenzialità e con qualcosa che ti rende unico. Tu sei speciale non devi diventare uno stampino.

E’ vero, la filosofia del ‘tutto e subito’ è insegnata sin dal momento in cui si è nella culla ed è più facile ed è consumista, pubblicitaria, invogliante …. Ma è solo perché qualcuno si è dimenticato di mostrarti quanto è bello ottenere qualcosa meritandolo, ottenere qualcosa avendo ‘lavorato’ per ottenerlo. Quanti giocattoli hanno ora i bambini e non li apprezzano e ne vogliono altri che useranno 10 minuti per poi accantonarli. Ma quel orsachiotto che ha 40 anni e che ha dormito con me per tanti anni e che ora usa mia figlia nessuno lo ha accantonato ed è ancora amato.

Ma il primo lucidalabbra che ho comprato con i soldini guadagnati è ancora un ricordo che porto nel cuore.

E …. il mio primo computer (un vecchio amstrad) che ho acquistato con le mance risparmiate è ancora una grande conquista.

Ricorda sempre che i regali sono tali solo se provengono dal cuore di qualcuno e, in tal caso, saranno il ricordo di qualcuno. Ciò che ‘guadagni’ con le tue forze, con il tuo carattere, col il tuo lavoro sarà fondamenta della tua vita. Mentre ogni manna finirà sul terreno che calpesterai.

Riprenditi in mano il mondo!

Buona giornata!

5 Commenti

Lascia un commento
  • Giovanni

    Complimenti ottime parole che colgono al giorno d’oggi.. la vera vita molto sfaticata, nulla facente e fancazzista.. come dii tu siamo solo uno stampino ideata da uno stampo “standard”, che nessuno sa dire di no, o quei pochi che lo fanno vengono ritagliati fuori, perchè poco coerenti alla logica generale..

    Rispondi
  • stefano bresciani

    Bell’articolo come sempre Stefania, m’era sfuggito.

    Leggendo le tue parole sorrido nel pensare a mia figlia che quando vede le caramelle urla “tutte!” e io non gliele do subito e men che meno tutte, le dico “Anna, una oggi e una domani”. Lei si accontenta sbuffando ma il messaggio credo le sia arrivato.

    Io la penso al contrario degli stampini moderni, la penso proprio come te: ogni cosa è bella se conquistata, desiderata, se costa tempo, sacrificio (economico per esempio) o sudore della fronte. Il tempo (come negli esempi che hai fatto) ci misura il valore delle cose, dandoci la risposta a uno dei più grandi interrogativi dell’uomo moderno: “meglio tutto e subito?” (per poi dare poca importanza alla gioia del viaggio, bruciando le tappe).

    Grazie per la luce che infondi con le tue semplici e toccanti parole, un abbraccio “virtuale” :-)
    Stefano

    Rispondi
    • stefania finardi

      Grazie mille Stefano, il tuo commento mi ha commosso e ha reso la mia giornata davvero speciale.
      Un grande abbraccio virtuale anche a te.
      Stefania

  • Marco Ferraro

    Stefania è proprio vero che le cose che conquistiamo hanno più valore.
    Se fosse tutto facile allora ci annoieremo molto :-)

    Mi ricordo quando ho preso la patente, l’esame di teoria l’ho rifatto 5 volte!

    Eh, Eh, ma perchè lo confesso non mi ero applicato molto…alla quinta volta quando mi sono deciso finalmente a studiare (anche perchè i miei mi avevano minacciato che se venivo bocciato anche questa volta gliela dovevo pagare di tasca mia e ai tempi non avevo molti soldi se non le mance che mi davano) come si deve e a fare tanti quiz allora ce l’ho fatta e subito dopo ho fatto la pratica e finalmente poi ho ottenuto la mia patente.

    Oppure quando ho conquistato la mia attuale compagna Chiara, che c’è stato un lungo corteggiamento che alla fine mi ha premiato con un rapporto con una persona meravigliosa.

    Beh poi ce ne sarebbero ancora ma non voglio annoiare ;-)

    Complimenti per l’articolo Stefania

    Un caloroso saluto

    Marco Ferraro

    Rispondi
    • stefania finardi

      Grazie mille per il commento Marco e … continua con le conquiste.

      Buona giornata!!!

      Stefania

Lascia il tuo commento

Lascia un commento