Viviamo nell’ era del “cotto e mangiato” in poche parole, a livello emozionale individuale significa: “voglio tutto, lo voglio subito, facilmente  e senza fare fatica”.

Spesso le persone si lamentano perché non vedono realizzare “subito” i loro scopi ed il principio della mancata realizzazione sta proprio nella fretta di avere tutto subito e facilmente!

Ti porto alcuni esempi. Ultimamente ho letto un libro di Alfio Bardolla intitolato: “milionari in 2 anni e 7 mesi”. Prima di leggerlo mi ero detta: “Mah, che titolo strano” perché proprio in quel lasso di tempo? In effetti il titolo ha un senso molto preciso ed afferrato. Le persone vogliono tutto subito e facilmente mentre per realizzare obbiettivi importanti occorrono: organizzazione, capacità, conoscenza anche appresa, calma e tenacia.

Come il contadino semina la terra in marzo, poi vede spuntare i germogli in primavera e li vede fiorire in estate e fra l’estate e l’autunno raccoglie i frutti.

La stessa cosa è per i nostri obbiettivi. Vedo persone che non hanno la pazienza di aspettare e si trovano a realizzare i loro scopi a metà, e cioè non esattamente come li avrebbero voluti e poi trovarsi a non essere completamente felici, trovano dei compromessi alla realizzazione dei loro sogni pur di fare in fretta e di non aspettare “troppo tempo“.

Per tornare al discorso dell’ indipendenza economica, o della libertà economica, la situazione desiderata da moltissimi è che certamente non si può costruire in una settimana. A volte occorrono anni di lavoro e passione, e poi… se non molli mai, i risultati arrivano. Occorre andare avanti sempre con gioia e sapere aspettare il momento nel quale i semi si trasformeranno in frutti.

Eppure il vero problema è che la stragrande maggioranza delle persone non arriva alla mèta finale proprio perché si ferma prima, proprio perché non sa aspettare.

Per esempio, anziché studiare tutto sulle rendite automatiche, su come investire e far fruttare i propri investimenti la stragrande maggioranza delle persone preferisce acquistare lotterie e gratta e vinci con la vana speranza di riuscire ad ottenere un milione di euro facilmente e subito grazie al biglietto fortunato. Il sogno di far cambiare la vita in un attimo. Ma una possibilità de genere è molto ma molto remota rispetto a quello che potrebbe dare una propria iniziativa privata.

Oltre al fatto che è stato provato che oltre l’80% di coloro che vincono grosse somme improvvisamente grazie alle lotterie perdono tutto nel giro di 2 o 3 anni, trovandosi indebitati e sul lastrico più di prima.

Mio padre, era un investitore, e chiamava le lotterie, le tasse degli imbecilli (chiedo scusa a chi acquista i biglietti sto solo riportando una frase).

Un altro esempio potrebbe essere il problema del sovrappeso o peggio ancora dell’obesità. Se si tratta di perdere pochi chili in genere è piuttosto semplice. Ma se il problema è perdere 10, 15 o magari anche 20 chili per esempio, la situazione è sicuramente più complessa. Oramai è stato scientificamente provato che le diete ipocaloriche o le diete iperproteiche a breve durata a lungo andare possono rivelarsi dannose per il metabolismo in quanto nei lunghi tempi portano ad un effetto opposto a quello desiderato e cioè ad un abbassamento del livello del metabolismo basale, ad un aumento dell’assorbimento (per difesa dell’organismo) ed ad una situazione di produzione eccessiva di “scorte” di cellule adipose. Inoltre le diete drastiche portano a recuperare in fretta il peso perso (spesso solo acqua) e con gli interessi.

Ciò che veramente occorre è un alimentazione equilibrata e sana, pasti ridotti, abitudini sane e continuative cioè che siano per sempre ed un adeguato movimento fisico per aumentare il livello energetico e diminuire l’assorbimento. A tutto questo va aggiunta tanta pazienza, senza fretta e senza stress. In genere il primo mese è relativamente facile vedere dei primi risultati, poi spesso questi  rallentano. Cambiando abitudini, dopo i primi tempi più facili, si possono perdere magari 1 chilo o forse mezzo chilo al mese e magari dopo i primissimi mesi fermarsi, e poi riprendere a perdere mezzo chilo il mese dopo. A questo punto la maggior parte delle persone che cercano di eliminare il peso in eccesso si arrende perché non vede più risultati in tempi brevi.

Molte persone si sentono demotivate e mollano il colpo e magari iniziando a leggere riviste e giornali che vendono facili illusioni, o seguono la dieta all’ ultima moda che promette miracoli, continuando a sognare, solo sognare un futuro diverso e lasciando il percorso sano ma più lungo come tempi, iniziato precedentemente perché non risponde al “voglio tutto subito e facilmente”.

Non è un caso se prodotti per perdere peso venduti con slogan illusori del tipo “perdi 12 chili in un mese facilmente senza rinunce, senza sforzo e senza palestra” siano vendutissimi. In genere il risultato ottenuto sono le corse in bagno e magari un etto in meno a causa della dissenteria ma recuperabile subito.

Tornando all’argomento di tipo economico, possiamo dire che è come per il gratta e vinci!  :-) E le analogie sul “voglio tutto, subito e facilmente, magari senza impegnarmi più di tanto”, possono essere tante in ogni settore.

Se vuoi cambiare devi iniziare a diventare una persona che non molla mai.

Hai un obbiettivo! Come ti senti se ti dicessero “lo realizzerai settimana prossima”? Sicuramente ti senti bene! (hai tutto e subito, eheheheh)

Ci sono persone che frequentano corsi da anni, leggono libri sul cambiamento e sulla crescita personale eppure nella loro vita non cambia niente. Questo avviene perchè pensano che sia il corso o il libro a fare qualcosa al posto loro. Corsi o libri da soli non possono fare miracoli, corsi e libri certamente ti danno gli strumenti utili per cambiare ma poi sta a te usare gli strumenti appresi, impegnarti e fare pratica nella tua vita personale. 

Ed ora il VERO banco di prova:

Come ti senti se ti dicessero: “Lo realizzerai fra un anno e mezzo, e nel frattempo ti dovrai dare da fare senza mai fermarti, dovrai continuare a lavorare sul tuo obbiettivo con amore  e passione, e dovrai assaporare le piccole vittorie mese dopo mese per vederlo realizzato fra un anno e mezzo o magari fra 2 anni?

Se stai dicendo “no, mi spiace, cosi è troppo, lo voglio subito, non voglio più aspettare, è tutta la vita che aspetto, ora basta” mi dispiace, ma ancora non ci siamo!

Se invece ti senti bene e vuoi seriamente e sinceramente metterti in gioco partendo da adesso, da dove sei ora e da come sei ora, lavorando al tuo obbiettivo con gioia e amore ma anche con pazienza e tenacia, allora sei pronto per la tua evoluzione personale, e per la tua rivoluzione interiore ed esteriore.

 

 

 

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento