Vuoi cambiare te stesso? Le abitudini sono come gocce

Vuoi cambiare? Allora inizia a modificare il tuo vocabolario. Non perderò tempo in chiacchiere e sproloqui senza senso. Essere chiari e colpire diretto. Vuoi davvero cambiare qualcosa nella tua vita ma non riesci a partire da […]

Vuoi goderti una gioia permanente? Ammirati e sorprenditi.

La gioia è un’emozione che tutti hanno prevato almento una volta. Vine scatenata salla sorpresa. Si possono cercare i motivi in fattori esterni e materiale. La la sorpresa continua è dentro di noi. Sei tu. Alza mo i calici e brindiamo: La Gioia è dentro di noi. Ci abita.
Ha solo bisogno di sorpresa. Le puoi trovare fuori, ma la più bella è dentro di te. Sei tu.

Preghiera? Come si può se non si sente un dio accanto?

Per quanto riguarda il far posto alla preghiera…come si può se non si sente un dio accanto?
Tra amici le risposte migliori sono solo attesa condivisa. Insieme all’amico puoi solo condividere il momento, quel frammento di vita messo a nudo dalle sue parole. Dette a te. La risposta alle sue domande non verranno da te. Non le hai tu. Ma possono passare attraverso il tuo sorriso. Puoi stare accanto a lui ad aspettarle.
Basta poi concedersi uno sguardo. Per sé. Ammirarsi. In silenzio contemplare la Presenza.
Lì c’è Dio, la fede, la preghiera. Dentro. C’è già tutto. In abbondanza.

Meraviglioso questo mondo? Non scherziamo. E’ molto di più!

Se credi alla televisione e ai giornali, il mondo è un letamaio. Ma puoi vedere un mondo meraviglioso se accendi il cuore e vevi la grande foresta di bene che cresce dentro di te e attorno a te. Sì, è proprio vero: noi non vediamo le cose per come sono, ma per come siamo.

Piacere, sono l’Essenziale! Piacere mio. Piacere immenso.

Il segreto svelato dalla volpe al piccolo principe apre le porte alla conoscenza profonda del mondo spirituale. L’essenziale è invisibile agli occhi e lo si vede bene solo con il cuore. La Via e il suo mistero si offorno. La vera comunicazione avviene tramite i sentimenti e conduce all’Unità.

Procrastinare: come curare il cancro del “dopo”.

Dalla saggezza del proverbio “non rimandare a domani quello che puoi fare oggi” ad una lettura della sfasatura che il “dopo” introduce nella vita. La buona notizia è che con alcuni semplici accorgimenti si può ritrovare la propria centratura psicologica nel presente.

Fallimenti? Mai vergognarsi dei propri fallimenti

L’altro giorno ho ricevuto una bellissima email da Giulia, una mia ex allieva dell’Einaudi di Carrara di molti anni fa, quando mi divertivo ad insegnare ai ragazzi comunicazione nella Terza Area. Una sorta di area professionalizzante, […]