team games per il building teamCi è capitato spesso di sentir parlare di Team Building, ma sappiamo realmente di cosa si tratti? Tradotta dall’inglese, questa espressione farebbe pensare a qualcosa che abbia a che vedere con attività di carattere ludico (..e infatti è proprio così!).

Un’azienda può decidere di dotarsi di uno strumento complesso per il raggiungimento degli obiettivi, mediante l’impegno di gruppo; ma soprattutto puntando al divertimento: questo e molto altro ancora è il team building.

Le prerogative di tale approccio possono essere molteplici e tra le più svariate. Innanzitutto il team building mira ad accrescere la socializzazione tra i componenti di un gruppo aziendale, la motivazione, l’unione, la sintonia e la complicità tra colleghi. Ma il vero segreto di tale attività è lavorare per divertirsi!

Mentre all’estero il successo del team building è stato decretato già diversi anni fa, l’Italia solo ora si confronta con questa metodologia e pare che gli effetti siano positivi. L’interesse risulta ampiamente motivato dal fatto che il dipendente di un’impresa è protagonista della sua esperienza lavorativa gestendo al meglio il contatto e l’integrazione con il proprio team.

La valenza e i benefici del team building risiedono nella capacità di formare figure professionali esperte in determinati settori, dinamiche e creative, che collaborano in funzione di specifici obiettivi.

E’ per tale motivo che questa attività si arricchisce di importanza in due fasi di vita dell’azienda: durante la formazione del gruppo di lavoro, per instaurare un rapporto di empatia tra i membri, e in momenti di declino, per far sì che stress e ansia possano essere “divisi equamente” tra i componenti del gruppo ritrovando insieme la giusta serenità per riportare in alto il livello di fiducia.

Giochi team building, la strada verso il successo

La traduzione letterale del termine inglese team building è “costruzione del gruppo”. Per implementare tale costruzione, è necessario mettere in piedi speciali attività di formazione: queste hanno a che vedere principalmente con il benessere del team per cui, in primis, emerge il team games.

Rientrano nel team games, tutti quei giochi che nascono all’interno di una logica aziendale, o in altri terreni altrettanto fertili; per stimolare gli elementi di un gruppo, e impreziosire i compiti a lui assegnati. Tutto questo andando a salvaguardare la professionalità e incentivando le proprie idee.

In azienda, ad esempio, il gioco consiste nel generare situazioni di fantasia create ad hoc, nelle quali è prevista un’interazione tra i componenti di un team. I membri devono essere versatili e collaborativi, nel gioco come nel lavoro. Solo un’attività di squadra può garantire il superamento di determinate “prove”. Senza una giusta coesione tra i “partecipanti”, il percorso diventa avvincente, ma risulta sempre più difficile raggiungere ambiziosi traguardi.

In questo gioco, che può avere una durata di diverse settimane, i concorrenti hanno la facoltà di usufruire di notevoli vantaggi nel corso della gara. Tra questi svolge un ruolo dominante la tecnologia, che offre la possibilità ai membri del team, di consultarsi e comunicare tra di loro, ma al contempo può rivelarsi un ostacolo; agevolando gli organizzatori nel riproporre difficoltà e imprevisti.

Sai già tutto sui giochi di questo tipo? Allora scopri quali sono i migliori esercizi per il team building!

La mission aziendale rafforzata dal team building

 

rafforzare la mission Aiutare il proprio business, differenziarsi dagli altri, sono le chiavi per raggiungere un buon grado di successo. I giochi del team building costituiscono non solo un’attività capace di perseguire la mission aziendale; ma un vero e proprio evento formativo in grado di connettere una realtà vera, e una realtà virtuale, attraverso il sostegno di dispositivi di ultima generazione.

Per il team building aziendale non è difficile imbattersi in attività ludiche che hanno a che vedere con i questionari, in quanto migliorano la conoscenza interpersonale e psicologia dei soggetti interessati. Ma oltre ai quesiti, esistono altre idee di gioco di squadra come i quiz o, addirittura, degli esercizi outodoor (letteralmente, fuori dalla porta). Si sceglie di vivere esperienze formative e conoscitive oltre la soglia dell’ufficio, dedicandosi ad affascinanti escursioni di gruppo.

I giochi di team building, spesso, coinvolgono anche gruppi di lavoro che esulano dai compiti aziendali. Pare, infatti, che anche la nazionale italiana di pallavolo maschile, sia caduta nella tentazione della gara di squadra outdoor. Per distendere i nervi prima di un altro appuntamento decisamente più importante, il Campionato Europeo. I ragazzi del coach Mauro Berruto, lo scorso agosto, si sarebbero dedicati al rafting, gareggiando tra schizzi e divertimento.

Sembrerebbe che, ormai, il team building si stia configurando come esperienza interessante e irrinunciabile in svariati contesti rappresentando una possibilità di slancio di soggetti aziendali, imprese o gruppi, in grado di interagire e collaborare per un interesse comune.

E’ per tale motivo che il team building si delinea attraverso alcuni fattori determinanti quali obiettivo, metodo, ruolo, sviluppo e soprattutto comunicazione; senza la quale i membri non potrebbero ascoltare e condividere esperienze per raggiungere la mission.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento