Il team building cooking è un moderno strumento utilizzato nell’ambito delle risorse umane aziendali per costruire un gruppo affiatato e performante.

Il team building tradizionale si incentra su giochi ed esperienze ludico sportive: in questo caso invece, si tratta di una attività dalla forte valenza formativa oltre che ricreativa.

Attraverso le tecniche di team building cooking si può migliorare lo spirito di un team nato da poco o quando si rende necessario incrementare il livello di fiducia reciproca, creando coesione e integrazione; scopri il team building per creare una squadra di successo.

Il team building cooking ha una valenza ludica e formativa ed è studiato in ogni minimo dettaglio

Team building cooking: la formazione aziendale entra in cucinaQuesto metodo offre l’opportunità di trasformare una pausa pranzo o una cena in un’esperienza piacevole e stimolante, sperimentando ai fornelli le attitudini personali e collettive.

L’esperto di team building cooking è più di un semplice chef: si tratta di un vero e proprio professionista della formazione che considerando gli obiettivi del committente, studia come strutturare l’esperienza in cucina per raggiungere i migliori risultati.

Gli obiettivi più richiesti in un’esperienza di team building cooking sono: lo sviluppo di un senso di coesione e condivisione di un fine comune, il potenziamento delle competenze personali e della fiducia in se stessi e negli altri, lo sviluppo della creatività e del problem solving.

Grazie al team building cooking si riescono anche ad individuare le criticità esistenti, che impediscono al team di lavoro di rendere al massimo.

Si tratta di una modalità di formazione originale, divertente ed efficace, che si può adattare ad ogni esigenza di orario, budget e numero di partecipanti

 

Team building in cucina: divertirsi ai fornelli con i colleghi di lavoroLe equipe di esperti esterni organizzano generalmente tre tipologie di esperienze per il team building cooking: un quick lunch di due ore, un lunch time di 4 ore e un dinner time serale della stessa durata.

I gruppi partecipanti devono preferibilmente essere composti da non più di 14 o 16 unità per ottimizzare la gestione del lavoro e coinvolgere tutti attivamente in ogni fase.

Ecco come si svolge una sessione di team building in cucina.

Inizialmente il gruppo si raccoglie intorno alla guida che illustra le modalità di partecipazione e assegna i ruoli. Dopo il briefing inizia la fase di cooking vera e propria in cui i partecipanti si cimentano ai fornelli, coadiuvati da chef professionisti. L’esercitazione si conclude con un debriefing in cui si analizzano le dinamiche dell’esperienza per comprendere al meglio ogni significato dell’evento.

Il team building culinario non si riduce alla sola esperienza davanti ai fornelli e ai ricettari. Sempre a tema gastronomico ad esempio, sta avendo un grande successo la cosiddetta cena col delitto.

In questa esperienza gli attori spiegano la storia e l’ambientazione durante la cena: tutti i partecipanti divisi in gruppi, avranno a disposizione indizi e strumenti per risolvere gli enigmi tra una portata e l’altra. La squadra che risolve prima il delitto sarà proclamata vincitrice.

Il team building cooking può svilupparsi anche attraverso una lunga e piacevole degustazione: questa esperienza può impegnare una intera giornata, dalla colazione alla cena, riscoprendo i sapori di un determinato territorio e una dieta gustosa ma equilibrata.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento