Nel team building, le attività di gruppo hanno lo scopo di creare uno spirito di squadra: si tratta di esercizi a carattere ludico che coinvolgono i presenti favorendo la comunicazione e la conoscenza reciproca. Nell’ultimo decennio, sempre più imprenditori si sono rivolti ad esperti di formazione per organizzare sessioni di gioco costruttive: un team unito, infatti, porta migliori risultati individuali e collettivi.

Esistono molte situazioni in cui è possibile sviluppare il team building: le attività possono essere svolte in ambienti esterni, in sale riunioni, durante cene aziendali o sessioni di formazione. A seconda dei materiali a disposizione si possono proporre semplici giochi, o anche efficaci esercizi, da svolgere intorno ad un tavolo, ma con budget più ampi si possono organizzare veri e propri eventi.Team building: attività per creare il gruppo

Nel team building, attività coinvolgenti e spettacolari possono essere a carattere sportivo: si può coinvolgere il gruppo in un percorso avventura, in una sfida a paintball, in una lezione di rafting e così via.

La divisione in squadre e il traguardo da raggiungere, sviluppano un senso di appartenenza e rafforzano la fiducia reciproca, che è il presupposto di una collaborazione proficua anche nell’ambiente di lavoro.

Ecco invece altre proposte di team building, attività che possono essere improvvisate sul momento o che richiedono una semplice preparazione.

Quando si ha davanti un ridotto numero di persone che si incontrano la prima volta, bastano un tavolo, carta e penna per organizzare un gioco interessante e costruttivo. Si chiede ai presenti di immaginare una situazione estrema, un’isola deserta ad esempio: ognuno viene invitato a scrivere sul foglio 5 oggetti che vorrebbe avere con sé.

In questo modo si iniziano a conoscere preferenze e passioni dei colleghi, offrendo lo spunto per conversazioni successive, favorendo le relazioni interpersonali.

Nel team building, un’attività interessante e suggestiva può essere proposta se si ha a disposizione un po’ di spazio e possibilmente anche un sottofondo musicale.

Tutti i presenti, tranne uno (denominato faller, dall’inglese “colui che cade”) si dispongono a formare un cerchio compatto: il faller ad occhi chiusi si posiziona dentro il cerchio e si lascia cadere. Le braccia dei compagni sono pronte ad accoglierlo e sostenerlo, per riportarlo in posizione eretta.Creare un gruppo affiatato con il team building

Secondo i principi di team building, l’attività può essere svolta con successo sia tra sconosciuti sia tra persone che si sono già incontrate.

Quando i soggetti hanno già una discreta conoscenza reciproca, si può intavolare il gioco delle astrazioni.

Una persona pensa ad un collega presente nella stanza e gli altri cercano di indovinarlo ponendo delle domande di associazione astratta, ad esempio “Se fosse un animale, quale sarebbe?”, “Se fosse un attore, in quale film avrebbe recitato?” e così via.

Se invece si vuole sfruttare il ristorante come un’occasione di team building, un’attività ideale per creare un clima di convivialità può essere il gioco del video sharing: ogni persona, aiutandosi con il proprio smartphone o quello di un collega, rintraccia un video divertente e lo condivide con gli altri.

In questo modo si offre il pretesto per creare una chat di gruppo, nel quale scriversi battute e scambiarsi notizie divertenti reperite in rete, in modo da favorire l’interazione tra colleghi anche al di fuori del contesto di lavoro.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento