Il team building consiste in una serie di attività ludiche da svolgere in gruppo, con lo scopo di creare un insieme affiatato di persone. Si tratta di uno strumento sempre più diffuso per migliorare le performance lavorative dei dipendenti di aziende di varie dimensioni, e quindi per portarle al successo.

Gli imprenditori sono sempre più consapevoli dell’importanza del lavoro di squadra, che massimizza le performance individuali e il raggiungimento di traguardi collettivi.

Team building per il successo aziendaleUn progetto di team building può essere svolto durante riunioni, cene di lavoro o sessioni di formazione; quando c’è a disposizione un budget più ampio, si possono pianificare veri e propri eventi. In ogni caso, una efficace attività di team building prevede sempre il rispetto di tre principi.

Il primo aspetto è l’energia: tutte le attività proposte devono essere interessanti e capaci di creare movimento ed allegria. Inoltre, ogni individuo deve essere coinvolto in maniera attiva per tutta la durata dell’esercizio: nessuno deve sentirsi escluso o isolato, il gruppo deve essere sempre attento e partecipare ad ogni fase. Infine, è importante creare un ricordo positivo dell’esperienza.

Sarà proprio la memoria delle sensazioni provate e dei traguardi raggiunti con gli altri, la chiave per vincere insieme anche sul lavoro.

Ecco alcuni esempi di esercizi di team building, pensati per diversi contesti e gruppi.

Con un grande budget a disposizione, si può coinvolgere il gruppo in divertenti attività collettive, come percorsi avventura, sfide a paintball, lezioni di rafting, gare di cucina e così via.

Se invece si cerca qualche idea di team building da realizzare in poco tempo, ecco alcuni spunti.

Nel caso di persone che si conoscono per la prima volta, ci si può sedere attorno ad un tavolo davanti ad un foglio ed una penna. I presenti sono invitati ad immaginare una situazione estrema, come il naufragio su un’isola deserta e gli si domanda di scrivere i 5 oggetti cui non vorrebbe mai rinunciare.

In questo modo i soggetti iniziano a prendere confidenza l’uno con l’altro e a conoscere alcuni gusti e passioni, offrendo argomento per future conversazioni extra lavorative.Attività di team building per il lavoro di squadra

Un’altra suggestiva attività di team building, per gruppi non troppo numerosi, necessita di uno spazio aperto o una stanza libera. Tutti i presenti tranne uno (che diventerà il faller, cioè “colui che cade”) si dispongono a formare un cerchio compatto, rimanendo in piedi spalla contro spalla.

Il faller si posiziona al centro dei compagni e chiude gli occhi, lasciandosi cadere in avanti o all’indietro. Saranno le braccia dei componenti del cerchio, a sostenerlo e riportarlo in posizione verticale, con movimenti delicati ma sicuri.

Grazie al contatto fisico, si favorisce la fiducia reciproca, che si rivelerà particolarmente utile nell’ambiente di lavoro.

Se invece i colleghi hanno già avuto modo di conoscersi, si può proporre il gioco del “Se fosse…”. Uno dei presenti pensa ad un collega nella stanza e gli altri cercano di indovinarlo ponendo alcune domande, ad esempio: “Se fosse un attore, in quale film avrebbe recitato?”, oppure “Se fosse un colore/un animale/un oggetto, quale sarebbe?”. Più i quesiti sono originali, più il clima diventa divertente!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento