Time building o team building: è più importante pianificare il tempo, cercando di piegarlo alle nostre necessità, o operare per ottimizzare risorse e capacità? Ci sono due categorie di persone: quelle pronte a far accadere le cose e quelle che preferiscono guardare le cose che accadono.

Se si abbracciano i concetti di divertimento, il potere del gioco e la gioia di condividere una risata in ufficio, allora si appartiene alla categoria di persone che preferiscono agire piuttosto che osservare il tempo che scorre e gli eventi.

Time building: è tempo di giocare

Parlando di time building, affiora un comune problema moderno: la mancanza di tempo, la frenesia, l’ansia, l’impossibilità di dedicarsi agli affetti e alle proprie passioni quanto si vorrebbe. Ecco allora che il meccanismo delle ferie, dei viaggi premio, dei permessi, offre un temporaneo appagamento, che purtroppo però non è mai risolutivo.

Time building e team building: è tempo di giocareUna prima soluzione può venire proprio dal luogo di lavoro, creando un ambiente versatile, piacevole, in cui ogni persona viva il proprio ruolo in maniera attiva, ottimizzando tempi e risorse.

Ma questo ambizioso progetto, in cui time building e spirito di gruppo trovano la massima espressione, si può realizzare solo se tutti collaborano proficuamente, affidandosi uno all’altro.

La condivisione del gioco crea sempre uno spirito di comunità, in cui dipendenti e titolari sono uniti come non mai, per collaborare e raggiungere un traguardo individuale e di gruppo.

Il gioco può quindi influenzare fortemente la produttività, avvicinare le persone e creare una vera squadra aziendale in un clima di ritrovata fiducia reciproca.

Al giorno d’oggi la busta paga non è motivo sufficiente per garantire alti livelli di produttività e soddisfazione, è necessario creare un equilibrio tra il tempo a disposizione e i propri obiettivi.

Il time building quindi si può sviluppare attraverso il team building: quando lo spirito giocoso viene incoraggiato, si riceve una sorta di pausa dalle tensioni che l’ambiente di lavoro produce continuamente, consentendo ad ogni individuo di tirare il fiato e recuperare energia.

Il gioco, o gli esercizi per il team building, sono la chiave per gestire al meglio lo stress, stemperare un clima rigido e spesso troppo formale e favorire la conoscenza tra i colleghi. L’atmosfera sul posto di lavoro ne giova notevolmente ed ogni mattina, recarsi in ufficio non diventa più un semplice dovere, ma anche un’interessante e piacevole esperienza.

Il time building, l’ottimizzazione del tempo attraverso la collaborazione, non può esistere senza le attività di team building: le pause caffè, le palestre aziendali, le vacanze motivazionali elargite come incentivo solo al dipendente più produttivo, sono ormai tecniche obsolete.Time building e spirito di gruppo

Il team building sta diventando una vera e propria scienza del gioco, che fornisce sessioni di divertimento, benessere e ricompensa sia nell’immediato, sia nei giorni a seguire. Sempre più aziende stanno scegliendo di rivolgersi ad esperti di team building per risolvere conflitti lavorativi, integrare nuovi dipendenti e ottimizzare le performance.

Il time building da solo non è sufficiente: con il team building abbiamo in mano la chiave per il successo di ogni azienda.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento