Sapete quali sono gli “sport” preferiti dagli italiani? Il calcio, penserete, e subito dopo la formula uno. Niente di tutto questo… gli “sport” preferiti dalla maggior parte delle persone sono “parlar male degli altri” e “scoraggiare chi è vicino”.

Provo a spiegarmi meglio. Avete presente quel tipo di persona (uomo o donna non fa differenza) che continuamente parla male degli altri e critica le persone, qualsiasi cosa esse facciano? Se sono con Voi parlano male dei Vostri amici, se sono con i Vostri amici parlano male di Voi. Poi ci sono “quelli sempre pronti a scoraggiare gli altri”. Quegli individui che io definisco “specializzati” nel distruggere “i sogni” delle altre persone. Quelli che quando qualcuno di Voi ha un sogno nel cassetto oppure una brillante idea da sviluppare, sono sempre pronti a darvi un consiglio: lascia perdere, tanto non ce la fai. Spesso sono i Vostri stessi genitori, oppure la persona cui volete bene, per non parlare del Vostro insegnante delle superiori o dell’università. Di sicuro sono prodighi di consigli (purtroppo negativi) e credono molto in Voi (sono, infatti, certi che fallirete).

Conoscete qualcuno che abbia questi requisiti? Queste splendide qualità? Io ne conosco molti. Il mondo è pieno di persone fatte così. Persone insoddisfatte della loro esistenza, che non amano il lavoro che fanno e non desiderano “costruire” niente di bello, ma si accontentano (si fa per dire) di “distruggere” quello che fanno gli altri. Sembra che esse godano nelle sconfitte delle altre persone, siano amici o nemici. Per questo tipo d’individuo, non è importante realizzare qualcosa di proprio, bensì vedere i progetti degli altri fallire miseramente. Sono persone invidiose, spesso cattive ed anche maligne, che sanno “mascherarsi” molto bene. A tal proposito mi viene in mente il film che ho visto ieri sera, sulla vita del “Papa Buono” (notare la B maiuscola, a rafforzare l’effettiva bontà di quest’uomo); se anche Voi avete visto il film non può esservi sfuggito come, a parte poche persone, la vita di questo Papa sia stata costellata di persone invidiose, pronte a criticare ogni suo operato.

Chissà quanti di Voi, in questo preciso momento, diranno: anche la mia vita è piena di persone così. Che cosa posso fare per “combatterle”? Purtroppo non ho bacchette magiche da vendere; posso solo ripetere anche a Voi, quello che detto giorni fa ad un nuovo amico della mailing list, che opera come chirurgo a Roma: siate sempre Voi stessi, non snaturate mai la Vostra personalità e continuate a credere in quello che fate.

Ricordo che molto giovane, poco più di ventiquattrenne, decisi di lasciare la radio in cui lavoravo per intraprendere l’esperienza di consulente. Fu una delle svolte più importanti della mia vita e da tutte le parti (anche in famiglia) mi sentii dire frasi del tipo: ma adesso cosa ti sei messo in mente di fare…. tornerai da noi con la coda nelle gambe….. non si lascia un posto fisso per qualcosa che non esiste…. non hai carattere e non ce la puoi fare… e tante altre, che Vi lascio immaginare.

Sono passati più di 16 anni da quel lontano ottobre del 1986. Sono ancora qui, con Voi. Certo, non è stato tutto semplice e parecchie volte ho dovuto spiccare autentici salti mortali per far quadrare i bilanci, per non parlare poi, della gente che continuamente mi remava contro. Anche in questo periodo non fila tutto per il meglio, ma forte della mia esperienza, mi permetto di dire a tutti Voi: NON CONSENTITE A NESSUNO DI METTERVI A TERRA. Lasciateli criticare, le loro parole non potranno farvi alcun male. Ascoltate pure i loro consigli, ma agite sempre con la Vostra testa. Se ci credete, se credete ciecamente in quello che state facendo, andate a vanti e…..OSATE. Sono sicuro che prima o poi, anche Voi riuscirete a raggiungere gli obiettivi che Vi siete posti. Non è importante quello che pensano e credono gli altri di Voi, bensì quello che Voi credete di Voi stessi.

Vi giunga il mio più cordiale saluto e se avete delle domande da pormi su questo o altri argomenti particolari, scrivetemi a giancarlo@giancarlofornei.com farò il possibile per rispondere personalmente ad ogni mail. Alla prossima.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento