Sono un po’ timido, e quando affronto argomenti con i miei datori di lavoro mi capita spesso di dover lasciar perdere: non ascoltano affatto le mie ragioni, che pure sono valide. Come faccio ad essere preso in considerazione?
Davide, 26 anni, Bergamo

Caro Davide,
probabilmente non sei abbastanza assertivo, cioè cortese ma deciso. L’assertività è il giusto mezzo tra l’aggressività del prepotente e la passività di chi si lascia calpestare senza avere il coraggio di reagire: tra il dittatore e lo sfigato, insomma. Quando parli con i capi mostrati sicuro di te e rilassato: guardali negli occhi, sorridi, parla con calma. Così darai importanza alle tue idee. Che altrimenti non verranno neppure prese in considerazione. Perché prima delle nostre parole gli altri valutano noi: una dichiarazione banale pronunciata in modo assertivo viene spesso presa più in considerazione di una intelligente che esce dalla bocca di un impacciato.
Altro consiglio: presenta le tue idee mettendoti nei panni dell’interlocutore. Pensa, cioè, che cosa gli può davvero interessare. E inizia l’esposizione mettendo in risalto i vantaggi che potrà trarne. E scegli bene il momento in cui parlare con i capi: assicurati che siano liberi, tranquilli, disponibili. Altrimenti è normale che non ti diano retta!

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento