Business – Life – Sport

Il Coaching: un incontro one to one, fatto su misura della persona che si ha di fronte, per il miglioramento della performance lavorativa e la crescita personale. Il Coaching è esploso negli Stati Uniti negli ultimi anni, tanto che lì iniziano a sorgere le Coach Univesities. In Italia solo da pochi anni si inizia a capire le potenzialità enormi di questo strumento.

Il problema: è abbastanza evidente come, negli ultimi anni, il continuo evolversi ed i rapidi mutamenti di scenario abbiano fatto sorgere la necessità di adottare strumenti di supporto che consentano di differenziarsi e di utilizzare il cambiamento a proprio vantaggio invece di subirlo.

La risposta: ecco allora che il Coaching può essere una risposta molto efficace per tutti coloro che vogliono crescere professionalmente e personalmente: il coach che affianca il professionista in un rapporto one to one mirato ai bisogni del singolo (e gestito con discrezione e neutralità) è una soluzione nuova e molto potente.

L’organizzazione che apprende: il Coaching è un approccio che tiene conto ed integra anche la cosiddetta “Learning organization”, visto che provoca, nelle organizzazioni, un continuo processo di apprendimento e di applicazione concreta di quest’ultimo in reali capacità operative. Ecco infatti uno dei vantaggi: l’apprendimento continuo è integrato con la pratica lavorativa di ogni giorno, con il continuo lavoro di sviluppo delle proprie relazioni professionali.

Il vantaggio competitivo: è ormai chiaro che il vero vantaggio competitivo delle organizzazioni è l’investimento sulla risorsa umana. L’organizzazione cresce quando crescono le persone che la compongono. Sono le stesse capacità sviluppate e apprese dai professionisti ad aumentare la sua competitività e penetrazione sul mercato. Quando qualcuno si trova, per esempio, in una situazione di demotivazione che condiziona in maniera negativa la performance, è importante sapere da dove nasce questa demotivazione e individuare così gli ostacoli da superare per dare il meglio. Spesso questi ostacoli nascono da convinzioni limitanti su se stessi, che producono insicurezza e sfiducia, che a loro volta danno luogo a risultati negativi e quindi a un rafforzamento delle convinzioni limitanti. Un vero e proprio circolo vizioso.

Modalità di Partecipazione

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento