Si sentono spesso notizie di persone che si ammalano gravemente, o sono vittime di gravi incidenti, che dichiarano di aver iniziato veramente a vivere solo da quel momento. Iniziano a vedere il mondo con altri occhi, iniziano a prendere le situazioni da altri punti di vista, tirano fuori una forza e un’energia inaspettate.
Ora, la notizia scioccante è che siamo tutti malati, e la nostra malattia si chiama morte. Arriva per tutti, nessuno escluso. Che arrivi domani o fra cinquant’anni, se ci pensiamo bene, non ha molta importanza. A nessuno è dato a sapere per quanto tempo resterà su questo pianeta, ma a tutti è data la possibilità di fare qualcosa durante quel tempo.

Se sapessi che hai solo un anno di vita, cosa faresti ? Probabilmente cercheresti di cogliere il meglio di tutto ciò che ti circonda, gli affetti, le emozioni, le persone che hai intorno… non vorresti sprecare il tuo tempo a scervellarti su pensieri e preoccupazioni inutili e dannose. “Sto morendo caspita, voglio vivere meglio che posso !” Questo diresti, o no ? Un anno o cento, che differenza c’è ?
Perchè quindi devi continuare a sprecare il tuo tempo coi rimpianti, con le decisioni che non vuoi prendere, con le depressioni, le arrabbiature, le recriminazioni ? Quante vite pensi di avere ?? Una !! E solo una ! Quindi inizia a fare oggi quello che domani potresti non avere la possibilità di fare, inizia a pensare di meno e agire di più, e se sbaglierai ci riproverai, ma almeno avrai tentato. “E’ meglio pentirti di qualcosa che hai fatto piuttosto che di qualcosa che non hai fatto“, ti pare ? Ovviamente chi volesse travisare queste parole e darsi alla delinquenza perchè “vuol sentire il brivido di svaligiare una banca almeno una volta nella vita” casca male, che nessuno si azzardi ad usarle come scusa.

Perchè diavolo te ne stai lì da una settimana a piangerti addosso perchè lei non ti ama più ? O lui ama un’altra ? O hai perso il lavoro e “non hai la forza? di ricominciare”? E chi ce la dovrebbe avere questa forza ?? Tua nonna ?? Tua sorella, il tuo vicino di casa ? Loro hanno le loro vite, e tu hai la tua. Quindi piantala di piangerti addosso che non serve a nulla, non farà tornare tua moglie e non ti porterà il pane sulla tavola. Svegliati ! Agisci ! Le “occasioni” si chiamano così perchè difficilmente si ripresenteranno uguali, quindi se ci tieni a ottenere una tal cosa devi riconoscere l’occasione e coglierla ! E se ti è scappata per motivi non dipendenti da te potrai provare un’altra volta, non c’è nessun bisogno che ti deprimi per non avercela fatta.
Impara ad apprezzare ciò che hai e smettila di sprecare il tuo tempo pensando a quello che non hai.
Abbi il coraggio delle tue azioni, delle tue scelte, prendi le tue decisioni e portale avanti con grinta. Basta perdere tempo, non ce n’è abbastanza.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento