L’eroe della verità

Socrate

La missione riconosciuta di Socrate è la ricerca della verità. Ma quale verità? Non certo quella formale ricercata dai Sofisti, bensì la verità della spiritualità autentica, rivolta alla trasformazione interiore dell’uomo, e al riconoscimento della sua essenza divina.

Socrate pone al centro della sua dialettica un ideale di conoscenza aperta, che prevede la conquista del vero come esito di un processo, di una discussione dialettica a più voci, dai toni talvolta anche molto aspri e vivaci, dove alla fine il filosofo, con la sola forza del ragionamento, riesce a convincere gli interlocutori sull’essenza di un determinato concetto, grazie alla tecnica dell’ironia, della dissimulazione, e alla maieutica, cioè al metodo dell’ostetrica, la quale non mette al mondo dei figli – ovvero le idee – ma aiuta a generarli.

La Verità rappresenta la forza liberatrice dell’individuo, chiave di volta di un percorso evolutivo dell’esistenza finalizzato ad una conoscenza pura, non vincolata a sistemi di pensiero “chiusi”, e che si presenta dunque come dotta ignoranza, peculiare di chi, completamente all’oscuro della sua interiorità, si mette alla ricerca di sé stesso per acquistarla, secondo il motto “conosci te stesso”, che invita ad inoltrarci sui sentieri dell’esistenza alla scoperta della nostra identità.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento