…credo sia maturato il tempo per staccare quel cordone ombelicale diventato oramai così portatore di problemi da costringermi a vivere emotivamente lontano da voi.
So che farete di tutto per impedirmi di reciderlo ma sono stanco di essere tratato volutamente come un bambinetto di 10 anni, a disposizione per ricaricarsi o sfogarsi a seconda delle necessità.
Mi stavate uccidendo la vita e pensavate di farlo per il mio bene. Mi stavate relegando a diventare una larva umana per autocommiserarvi ed avere qualcosa su cui piangere fino all’ultimo giorno.
Stavate godendo della mia vita precaria sotto ogni aspetto perchè ciò andava a soddisfare questa embolia tremenda che vi portate dentro. Quando io sto lottando giorno per giorno per crescere e allontanarmi dai vostri insuccessi.
Abbiate pazienza ma adesso basta. Posso solo occuparmi della mia vita che ha realizzato tanto, ma è molto insipida.
Ho dato tanto e ricevuto ancora di più dal mondo intero, tranne da voi. Vi ho amato e continuerò a farlo e credo di essere degno di quel condimento che si chiama amore di cui mi avete privato da quando vi siete accorti che per me era linfa di vita.
Adesso vi lascio definitivamente alla vostra vita.
Mi occuperò solo della mia e se troverete l’umiltà di amarmi, credo che ogni vostro problema si dissolverà.

Vi porto nel cuore, vi ringrazio di tutto, vi auguro ogni bene.
Il tetto sarà ancora in comune ma il rispetto che ho per me è ora eccezionale.

Andrea

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento