Non sono i muscoli ma la mente a dare lo stop quando ci sentiamo stanchi.

Per i ricercatori della Università di Città del Capo, in Sudafrica, la spia della fatica è data dalla interleuchina-6, una molecola che segnala al cervello quando rallentare.
Ma come aiutare la mente nella vita di tutti i giorni?
“I ritmi sono così frenetici che il cervello non riesce a staccare la spina nemmeno nel sonno”, dice Luigi Ercolino, medico osteopata a Milano.
“E così ci svegliamo con mal di schiena, tensione alle spalle o collo. Per imparare a far riposare la mente sono utili attività come tai-chi, training autogeno e yoga.
Ma, soprattutto, non bisogna essere iperlogici e controllare sempre tutto. Per vivere bene occorre elasticità mentale”.

Fonte: Psychologies Magazine Novembre 2004

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento