Cosa è L’Acqua per l’Uomo?

I disegni geopolitici ed economici, sono alla base delle guerre nel Mondo.
Il tentativo di egemonia, è supportato dalla forza economica che permette la tecnologia bellica.
I diversi fattori che inducono una guerra , sono le risorse economiche degli stati da conquistare.
Era cosi nel passato, e lo è ancora oggi.
L’unica differenza nella strumentazione usata in guerra.
Il Petrolio sembrerebbe essere ancora un elemento importante, ma è da tempo che ha preso un certo declino.
In Medio Oriente, un litro di Petrolio vale dieci volte meno di un litro d’acqua; un litro di acqua, vale 10 volte un litro di petrolio.
Ne feci una esperienza diretta, già quando nel lontano 1986, facevo pratica medica, nel reparto di Pediatria d’Urgenza , al famoso Cerraphacha di Istambul, il piu grande ospedale della Turchia.
Passavo le notti, insieme ad un caro collega, divenuto cosi grande amico, medico laureatosi anni prima in Italia, nella nostra Bologna.
Volle invitarmi a tutti i costi, a casa dei suoi famigliari, in un piccolo paese a pochi Km da Teheran.
Intenzione sua era quella di farmi mangiare gli spaghetti alla bolognese, cucinati da lui.
Ero piu giovane, non mi impressionavo per l’arretratezza delle infrastrutture e le quasi 30 ore di autobus che da Istambul, necessitavano per raggiungere la capitale Iraniana.
Tale tragitto comportava il passaggio attraverso la frontiera Irakena, e ricordo la severità dei reparti di Polizia alla frontiera dell’Iraq.
Assorbivo ogni piccolezza in quel mondo cosi diverso dal mio, e domandavo e domandavo, e ad una mia richiesta , su cosa poteva essere considerato bello in quel territorio ( Iraq ), il collega Iraniano, mi aveva risposto : l’Acqua.
Figlio di una cultura diversa , non percepivo a fondo cosa in effetti volesse significare.
Lo scoprivo anni dopo, attraverso le cronache di Bagdad, e la visione di intere dige sotterranee, dei fiumi famosi, e delle fontane che sprigionavano quel bene prezioso in un territorio cosi arido, mi avevano illuminato anche del motivo dell’esistenza di questa attuale feroce guerra.
Il territorio dell’Iraq, è la terra che presenta la maggior riserva di bacini idrici in Medio Oriente.
Una ricchezza incontrastabile, un valore decine di volte superiore allo stesso Petrolio.
Acqua significa Vita, e Vita equivale ad Acqua.
E’ una equazione che risulta incontrovertibile.

L’Acqua, permette la vita sulla Terra.
L’Uomo, ha assunto dalla sua origine un comportamento di grande intesa con Essa.
Ancor piu della fame, la sete ha spinto l’Umanità, a svilupparsi a ridosso di bacini e fonti di acqua.
Basti pensare alla culla dell’Umanità, la Babilonia, l’attuale Iraq.
Onorata, interpretata in ogni Medicina antica e moderna, l’acqua ha trovato riferimento ed espressione di salute in ogni tempo.
Era infatti uno dei cinque elementi fondamentali della materia per la medicina dei nostri avi Greci e Romani.
Alla medesima maniera nella medicina cinese, dove l’Acqua, si configurava con il colore nero, come la notte, come il solstizio d’ inverno, come il momento massimo della decomposizione che si trasforma in germe vitale, ancora nascosto nelle viscere della terra, per le piante, nelle viscere della Madre Natura per gli uomini, la Terra, generatrice per la Medicina Cinese, genera da essa tutta l’informazione piu profonda, e viene in superfice all’Uomo con l’Acqua, attraverso il veicolo della sorgente.
Questa visione del Mondo appartiene ad una delle piu antiche e saggi e culture Mediche esistenti: La Medicina Tradizionale Cinese.
Ma non solo essa.
Lo praticavano secoli or sono i nostri avi Romani, i quali conoscevano tutti i segreti ed i benefici che si traevano dall’acqua.
Le Terme, non erano solamente luogo di incontro sociale, ma bensi un momento vibrazionale, di cura del corpo e dello spirito.
E’ interessante , per gli amanti della storia dell’Arte, lo studio planimetrico delle antiche ville Romane, disseminate in quasi ogni provincia Italiana.
Le Terme erano parte vitale nella planimetria della villa, un sistema sofisticato di raffinata ingegneria idraulica ne componeva le sue parti principali.
Malgrado assenti di informazioni scientifiche, le popolazioni di quel tempo, comprendevano l’effetto terapeutico dell’acqua.
Ne apprezzavano l’acqua di fonte, che era ricercata come vettore di salute.

L’Uomo moderno ha perduto il rapporto con Essa, intimità presente nell’uomo dei tempi passati .
I popoli Orientali, ancora oggi, diversamente dagli Occidentali, mantengono una relazione particolare con l’Acqua. Qui, terme, saune, salassoterapie, bagni turchi, sono un qualcosa che va oltre la semplicità di una cura di bellezza.
Gli Occidentali, oltre ad aver perso quel rapporto presente nel passato, non bevono più l’acqua di fonte, e si crede che quella disponibile sia la medesima cosa.
E c’è chi è convinto che, comprare l’acqua al supermercato, sia migliore che berla dal rubinetto di casa.
Pura acqua, o, pura illusione?
Le normative in vigore sulle percentuali di veleni disciolti, figli dei diserbanti, pesticidi, e di ogni inquinamento esistente, sono piu severi per l’acqua del rubinetto, che, in quella delle bottiglie del supermercato.
In quest’ultime, le percentuali di veleni disciolti , rimangono maggiori, dovute alla vecchia normativa legislativa.
Nuove Leggi della Comunità Europea, hanno ridimensionato la quantità di veleni delle acque commercializzabili. Difatti il Ministero della Salute, aveva segnalato ai produttori ed imbottigliatori di acque, tempo massimo lo scorso Dicembre, di ricevere informazioni circa le percentuali di alcune sostanze presenti nelle acque già in commercio.
Il risultato è stato eclatante, ben 115 aziende diverse, hanno omesso tale provvedimento.
Pertanto il ministro Sirchia, ha in maniera clamorosa bloccato la loro commercializzazione.
Per correttezza, riporteremo sotto, alla fine dell’articolo tutte le acque per la quale commercializzazione è stata bloccata, scopriremo che forse qualcuno di noi, già le beveva.

Anni fa, ascoltai, in una delle solite ed inutili trasmissioni di informazione televisiva, un famoso farmacologo dell’Istituto di ricerca Mario Negri di Milano.
Asseriva circa il concetto che l’acqua fosse tutta uguale nel mondo, e che non avesse nessuna attività terapeutica , bastava berla per far pipì.
Restai sbalordito ma amareggiato, per quella visione miope e rozza.

Per quanto possa sembrare strano, al contrario di quanto la gente comune creda, non esiste una sola acqua, uguale in tutto il mondo, verrebbe meno il principio di Madre Natura: la Biodiversità.
Esistono difatti migliaia di acque diverse tutte ovviamente costituite dalla medesima molecola di base (H2O) ma con differenti caratteristiche chimico-fisiche e differente presenza di elementi in essa disciolti.
Queste caratteristiche specifiche, sono l’espressione, come abbiamo detto, della biodiversità, che è esercitata dall’ambiente in relazione ed attraverso la sorgente.
L’acqua, come abbiamo già descritto, è costituita da un dipolo elettrico che, per sua caratteristica oscilla ed oscillando emette energia come ogni materia esistente . L’Energia si esprime sotto varie forme di radiazioni (luce, calore, onde di varia frequenza.

Cosa è cambiato nel rapporto con l’Acqua?

Per le scelte quotidiane , l’uomo moderno non è piu capace a farsi guidare dall’istinto che governava gli esseri umani di un tempo e che faceva trovare le soluzioni ottimali per la propria salute, istinti ancora presenti negli animali, soprattutto quelli allo stato bravo.
Oggi, la modernità, ha relegato l’uomo a servirsi di un liquido simile all’acqua che gli arriva comodamente a casa uscendo dai rubinetti, oppure costretto a bere un prodotto (diremo acqua stagnante) imbottigliato.
Si ritrova pertanto a servirsi di un’acqua che non può scorrere e purificarsi in modo naturale, che é compressa in tubazioni per lunghi percorsi, che é stata trattata chimicamente per contrastare le flore batteriche patogene sviluppatesi al suo interno, che ha subito sbalzi termici repentini, che é stata sottoposta a radiazioni di ogni genere, o che, malgrado proveniente da una buona fonte é stata confinata in uno spazio chiuso di 1,5 litri per lungo tempo, anche mesi e mesi, in vari magazzini ed ha viaggiato, al caldo ed al sole, nei cassoni degli autotreni.
Manca l’energia, espressione vitale della biodiversità, manca l’informazione che si effettua e che si esercita sugli organismi viventi, siano essi Uomo, flora, animali.
Manca, a questa acqua, l’equilibrio chimico fisico dei sali e degli elementi in essa originariamente disciolti, la dinamicità del suo fluire naturale, la vitalità che acquista dalle forze del sottosuolo, le energie e le informazioni che attraverso di essa la Terra ci trasmette.
Poco importa se è trattata o è priva di cariche batteriche.
L’Acqua, semplice nella sua molecola chimica – fisica, si ritrova priva di quell’elemento energetico primordiale, figlio di quella informazione che trae attraverso l’ambiente , e che viene veicolato dalla sorgente.
Ci sono possibilità per riappropriarci di un bene cosi prezioso?
Molti studiosi, sono al lavoro , e riconoscono che il vero segreto di una acqua realmente curativa, stà nell’eliminare tutte le frequenze nocive acquisite.
Questo si potrebbe attuare attraverso una corretta polarizzazione, e nella trasmissione di specifiche memorie energo-vibrazionali.
Vi sono allo studio sistemi che conducono a questo tipo di miglioramento della qualità dell’ acqua, e , notizia non da poco, non sono nemmeno costose.
Molti studiosi hanno messo in moto diverse strategie che certamente sono il futuro, ma queste rimangono ipocritamente osteggiate, da un certo mondo accademico ortodosso.
Fino quando?
L’ acqua è molto meno innocua di quanto ci si pensi.
induce reazioni nell’organismo, attraverso le Informazioni specifiche, non solo in base alle sostanze disciolte, ma anche per sue qualità, figlie della espressione della biodiversita, qualità intrinseche alla sortente.
Pochi riferiscono, che un premio Nobel per la Medicina, il Prof. Alexis Carrell, ebbe ad accompagnare una sua paziente terminale a Lourdes, per esaudire il suo ultimo desiderio.
Qui visse un’esperienza che gli cambiò l’intera vita.
La paziente fu “miracolosamente guarita”proprio sotto i suoi occhi (e non a caso diremmo noi) tutto ciò , spinse Carrell a scrivere il libro, “Voyage a Lourdes” nel quale racconta ciò che ha visto e vissuto e l’impatto che questa esperienza ebbe sulla sua esistenza e sulla pratica della medicina.
La sua conclusione fu semplice e breve: “esistono fattori Leggi fisiche, chimiche, ed energetiche che ancora ci sfuggono e non conosciamo e che possono produrre fenomeni, per la quale chiamiamo inspiegabili.
Egli scrisse che la “preghiera” e la “fede”(pensiero positivo, fede, energia mentale, meditazione, ) davano accesso alla più “grande, misteriosa e potente energia che esiste” e che, un giorno, gli scienziati l’avrebbero studiata, compresa ed adoperata in modo sistematico e razionale nella cura delle malattie Umane .
Molti credenti conoscono ed utilizzano l’”Acqua di Lourdes” così come le cosiddette “Acque di guarigione” di altre sorgenti connesse a Santuari, luoghi con energie magnetiche e cosmo-telluriche particolari .
Qui ci sono stati avvenimenti spirituali particolari, e sempre in relazione alla fonte d’acqua, per esempio Lourdes, Montichiari, S. Damiano, Fatima, S.te Anne de Beauprès, la Mecca, Chartres, dove particolari corsi d’acqua scorrono sotto e nei pressi.
In questi luoghi avvengono quotidianamente piccole e grandi guarigioni, quelle eclatanti occupano le prime pagine di riviste e rotocalchi ed anche riviste specializzate in scienze mediche, quelle piccole se ne contano migliaia ma vi sono anche le guarigioni “invisibili” e quelle sono la totalità. Sarebbe sufficiente testare con un aurometro (certamente si continuerebbe ad usare …esami del sangue e schermografie… ) le persone che tornano a casa da questi luoghi sacri per percepirne cambiamenti Organici significativi.
L’accademia conservatrice ed ortodossa, da sempre si chiede, smarrita, cosa si cela dietro queste guarigioni.
Spesso, nell’incapacità di orientarsi, si rivolgono interpretando nella “logica del miracolo”.
Nessuno di loro ne è mai venuto a capo anche perché in loro spesso si cela la malafede e la supponenza, oltre una dose patologica di materialismo e casualismo.
L’acqua non è, solo e semplicemente l’elemento chimico primo costitutivo di ogni materia vivente . Essa è presente nella nostra esistenza ancora prima della nostra nascita.
Basti pensare quando nel grembo materno, racchiusi nel sacco placentare, siamo completamente immersi nel liquido “amniotico”, costituito per la maggior parte d’acqua.
E riflettiamo, sulla tecnica del parto sott’acqua, fattore vibrazionale che influenzerà positivamente tutta la vita futura del neonato e di quel futuro Uomo.
Appena nati, il primo alimento è il latte materno, composto anch’esso per la gran parte d’acqua.
Perciò già dai primi momenti e durante tutta la nostra vita, tale liquido è in continua relazione con il nostro Organismo, costantemente presente nella nostra alimentazione, da solo o inglobato in cibi o bevande.
Per meglio significare l’enorme importanza di questa sostanza, basta considerare che la massa del nostro corpo è composta, secondo l’età dell’uomo, fino al 85% di acqua e lo stesso sangue, simbolo della vita, ne contiene oltre il 50%.
Essa si condensa nella materia, nella terra, nell’aria, nell’etere.
L’Acqua è l’unica sostanza esistente sulla Terra che è presente contemporaneamente in tutti e tre gli stati fisici: solido, liquido e gassoso.
L’Acqua è l’unico elemento che, più facilmente e velocemente, cambia di stato: da ghiaccio diventa liquido, da liquido (con diverse densità) diventa aeriforme e gassoso.
Il Sole, la Luna ed il Cosmo stesso hanno anche la capacità di cambiare questi stati o di mutare la struttura spaziale e fisico-chimica dell’acqua . Questo permette all’elemento Acqua di agire a vari livelli energetici, caricandosi e trasportando memoria ed informazioni specifiche.
Per nostra fortuna, madre Natura, pensa a purificare l’acqua
.
Per fare un esempio, le acque dei fiumi, mari, laghi, riscaldate dal Sole vaporizzano e, vaporizzando, si depurano di tutte le sostanze tossiche e “pesanti” di qualsiasi tipo, disciolte o che hanno creato particolari “clusters” nocivi, in esse.
Proprio come se si realizzasse, quando il tempo e la natura lo permettono, una sorta di “distillazione alchemica” che, in un singolare continuum, separa l’acqua dei mari, laghi, fiumi , rigenerandola e ricaricandola con informazioni “solari”, dalle impurità e dalle sostanze estranee presenti in essa.

Cosa accade quando beviamo?

E’ proprio l’effetto vibrazionale dell’informazione dell’Acqua, che entra in risonanza con il nostro organismo, ad indurre l’effetto curativo.
Questo effetto vibrazionale e terapeutico, è simile a quello dell’informazione energetico dell’Omeopatia, e dell’estratto di una pianta, o dell’Agopuntura, che inducono e generano “informazione” specifica, terapeutica e sanatrice.
Utilizzare un acqua biologicamente ed energeticamente sana, nella vita e nell’alimentazione, è infatti fondamentale per la nostra sopravvivenza.
L’acqua dovrà essere veramente “la nostra medicina”.
Come elemento di Madre Natura, integra le sue Leggi, in primis la Biodiversità.
Cosi come la biodiversità della flora , alla medesima maniera l’acqua , sgorga dalla cima della montagna, ricevendo le “informazioni e le energie” di quel frammento di cielo, di quella terra e di quel momento astrale . Sono vibrazioni, luci, memorie energetiche, riflettono come fotoni, nuvole elettroniche, suoni e colori che, saltellando di sasso in sasso e scorrendo su un terreno o su un altro, si arricchiscono di nuove informazioni, di energie della natura, di altri suoni, di nuovi colori formando una “rinnovata” acqua ricca di “strutture informative” energetiche, specifiche di quelle caratteristiche territoriali e di quel macrocosmo . L’acqua è, infatti, nello stesso tempo un ricevitore ed un emettitore di segnali elettromagnetici e, come ha dimostrato il premio Nobel J. Benveniste, quando viene agitata, si impregna in modo singolare, di sostanze in essa disciolte utilizzando la logica del dipolo elettrico e dei “clusters” magnetici per immagazzinare informazioni biofisiche, esattamente come abbiamo visto accadere nello scorrere di un corso d’acqua di alta montagna nella quale acqua riceve una serie infinita di informazioni naturali, specificamente informazioni di quell’ambiente.
Ecco perché inquinando i corsi d’acqua che scendono giu dalla montagna, le sostanze negative all’Uomo, rimangono imprigionate a livello chimico che a livello di cluster energetici, ripercotendosi sul nostro organismo.
Da dove veniamo noi se siamo composti quasi totalmente d’acqua?
Un noto esperimento, effettuato negli USA, ha dimostrato come in un vaso chiuso, contenente acqua e gas atmosferici, attraverso il quale sono fatti passare, con opportune modalità, campi elettromagnetici di varia intensità e frequenza( energia cosmica ) è stata osservata la comparsa di sostanze organiche. Si ipotizza quindi che la Vita sia stata veramente prodotta, come le Sacre Scritture ci hanno tramandato nella loro semplicità divulgativa, proprio attraverso la Luce e l’Acqua, su cui lo Spirito di Dio (Energia Cosmica) aleggiava.
Sta a Noi , meditare qualche istante sulla comprensione profonda di queste parole.

Il metodo Radioestesico non ha mai fallito, anche bendati, per non offrire influenze, la tecnica di risonanza, ha sempre dimostrato la massima energia vibrazionale con le acque fresche di fonte, e la vibrazione era molto differente da marca in marca con quelle imbottigliate.
In una buona percentuale di esse, si dimostrava che, era Meglio quella di rubinetto.
La massima espressione energetica-vibrazionale, con l’acqua della fonte di Lourdes.

Acqua è vita, e noi siamo l’acqua, nutriamo la sete del nostro corpo in maniera solidale con le sue esigenze, perché è fonte di salute.
Per coloro i quali desiderassero approfondire la tematica, imparando a riconoscere le Acque buone dalle cattive, o come purificarsi l’Acqua che si beve, consiglio il libro di un mio personale e caro amico, un ricercatore, Biologo e Naturopata, che da anni si occupa a livello Internazionale in qualità di esperto e consulente, negli studi dell’acqua e delle sue risorse, il dr Claudio Viacava, già famoso alle cronache per i suoi studi, e per essere stato docente in scuole di Medicina Naturale in Italia e soprattutto alll’estero, dove ha formato molti discenti sui segreti della Medicina Naturale.

Prima di passare alla descrizione delle Acque fuori commercio, informiamo che, in maniera eclatante, il famoso farmaco della Merk, il Vioxx, è stato riammesso in commercio e potrà essere pescritto e venduto.
Ecco qui le acque messe fuori commercio dal Ministro Sirchia.
Acqua della Grotta di Conversano (Bari);
Acqua del Limbara di Tempio Pausania (Sassari);
Acqua Madonna delle Grazie – Sorgente Acquarolo di Castei San Vincenzo (Isernia);
Acqua Terziana di Terzo d’Aquileia (Udine);
Acquabaida di Palermo;
Acquevive di Rocchetta al Volturno (Isernia);
Agabuna di Frisanco (Pordenone);
Albaviva di Valli del Pasubio (Vicenza);
Amica di Cerreto di Spoleto (Perugia);
Antica Fonte di Barbarano di Barbarano (Vicenza);
Arvenis di Ovaro (Udine);
Ativa di Transacqua (Trento);
Augina di Scorze’ (Venezia);
Aurora di Castelletto d’Orba (Alessandria);
Bagolino di Bagolino (Brescia);
Benaglia di Lazise (Vercelli);
Bonora di Montefiora Conca (Rimini);
Camorei di Borgo San Dalmazzo (Cuneo);
Canali di Carmiano (Lecce);
Canay di Murialdo (Savona);
Certosa Fonte Camarda di Polia (Vibo Valentia);
Certosa Fonte Serrine di Polia (Vibo Valentia);
Certosa Fonte Pietre Bianche di Polia (Vibo Valentia);
Ciappazzi di Castroreale (Messina);
Cinciano di Poggibonsi (Siena);
Cinzia di Pennabilli (Pennabilli);
Cisano di Bardolino (Verona);
Col de’ Venti di Muccia (Macerata);
Corona di San Giuliano Terme (Pisa);
Faito di Castellammare di Stabia (Napoli);
Fonte del Parco di Montefiorino (Modena);
Fonte della Virtu’ di Pontermoli (Massa);
Fonte Cerreto di Montecavallo (Macerata);
Fonte della Buvera di Anzolo d’Ossola (Verbania);
Fonte di Tito di Greve in Chianti (Firenze);
Fonte Geu di Forni Avoltri (Udine);
Fonte Maddalena di Ardea (Roma);
Fontemura di Arezzo;
Fontenova di Fornovo di Taro (Parma);
Fonte Napoleone di Marciana (Livorno);
Fonti Feja di Castelletto d’Orba (Alessandria);
Fucoli di Chianciano (Siena);
Futura di Pianipoli (Catanzaro);
Gajum di Canzo (Como);
Gallo di Montefortino (Ascoli Piceno);
Gemma di Monasterolo del Castello (Bergamo);
Generosa di San Miniato (Pisa);
Giada di Salerno (Salerno);
Giardinella di Fasano (Brindisi);
Goccia Azzurra di San Gregorio d’Ippona (Vibo Valentia);
Goccia Diamante di Cimadolmo (Treviso);
Idrea di Tonadico (Trento);
La Vena d’Oro di Ponte nelle Alpi (Belluno);
La Vittoria di Courmayeur (Aosta);
L’Aqua di Arezzo;
Laurentina di Roma;
Lavagello di Castelletto d’Orba (Alessandria);
Lentula di Cantagallo (Prato);
Leona di Montevarchi (Arezzo);
Levico Forte di Levico Terme (Trento);
Le Grazie di Salzano (Venezia);
Lizzarda di Recoaro (Vicenza);
Lyde di Vitulazzo (Caserta);
Madonna della Guardia di Ceranesi (Genova);
Madonna dell’Ambro di Montefortino (Ascoli Piceno);
Margherita della Sila di Spezzano (Cosenza);
Maxim’s di Stia (Arezzo);
Mia di Scarperia (Firenze);
Montechiaro di Conversano (Bari);
Monteferrante di Monteferrante (Chieti);
Monticello di Loro Ciuffenna (Arezzo):
Montinverno di Medesano (Parma);
Oropa di Biella;
Paraviso di Lanzo d’Intelvi (Como);
Perna della Certosa di Polia (Vibo Valentia);
Piagge del Prete di Genga (Ancona);
Pieve di Calci (Pisa);
Pradicino Rio delle Ghiaie di Riolunate (Modena);
Preistorica di Amandola (Ascoli Piceno);
Preziosa di Stresa (Novara);
Primia di Transacqua (Trento);
Radiosa di Casteldeci (Pesaro);
Riviana di Varano di Melegari (Parma);
Rivivo di Pomarance (Pisa);
Roana di Ussita (Macerata);
Rocca Bianca di Novara di Sicilia (Messina);
Rocca Galgana di Fornovo di Taro (Parma);
Rocche Valletti di Varese Ligure (La Spezia);
Sacromonte di Varallo (Vercelli);
San Donato di Napoli (Napoli);
San Felice di Pistoia;
San Germano di Vitulazzo (Caserta);
San Leopoldo di Casciana Terme (Pisa);
San Marco di Minturno (Latina);
San Marino di Sassofeltrio (Pesaro);
San Moderanno di Berceto (Parma);
San Nicodemo di Mammola (Reggio Calabria);
San Pancrazio Trescore di Trescore Balneario (Bergamo);
Santa di Chianciano (Siena);
Santhe’ di Mombaroccio (Pesaro);
Santo Raggio di Assisi (Perugia);
Scheber di Macugnaga (Verbania);
Serenissima di Cornuda (Treviso);
Silvana di Galeata (Forli);
Smeralda di Monasterolo del Castello (Bergamo);
Sorgente degli Ontani di Arcidosso (Grosseto);
Sorgente San Michele di Casal Martino di Celano (L’Aquila);
Tamerici di Montecatini Terme (Pistoia);
Valle d’Itria di Martina Franca (Taranto);
Vallicelle di Montopoli Valdarno (Pisa);
Valviva di San Giorgio in Bosco (Padova);
Varanina di Medesano (Parma);
Verde di Riardo (Caserta);
Verna di Chiusi della Verna (Arezzo);
Vesuvio di Ercolano (Napoli).

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento