Domani sarà un giorno speciale, importante.
Si, lo so, non è mica la fine del mondo e poi l’hanno fatto già migliaia di persone, che dico migliaia, milioni, miliardi di persone. Figurati, l’ho fatto anche io!
Eppure mi fa un certo effetto, chissà perchè.

Sarà forse perchè per la prima volta te ne starai lì tutto solo, senza nessuno della tua famiglia accanto, per la prima volta tu e te stesso, responsabile della tua vita.
Dai, non pensare che io sia patetico o forse oppressivo, troppo chioccia. Non è così è solo che tutte insieme, condensatamente, ritornano in mente tutte le immagini, tutte insieme.

Ricordo ancora quando eri in Ospedale: una piccola infezione ti ha costretto a passare i tuoi primi giorni in una stanza di neopatologia infantile. Niente di che, però dovevamo entrare con i guanti e la mascherina, faceva un certo effetto.
Ma io e la mamma non ti abbiamo lasciato solo neanche un minuto, neanche un impercettibile istante.
E ricordo ancora i tuoi primi sorrisi, le prime pappine (“chissà se gli piace la mela!”), le tue piccole manine che stringevano forte le dita della mia mano…

Ieri sei uscito con la mamma e tornando vi siete fermati al giocattolaio. La mamma ti ha preso il Power Ranger che desideravi tanto; ma tu non l’hai aperto, hai aspettato di tornare a casa per aprirlo con me, per condividere con me quel tuo momento importante.
E’ stato un gran gesto sai? Mi fai una gran tenerezza amore mio, o forse a farmi tenerezza sono proprio io: ci sono momenti in cui noi genitori diventiamo più piccolo dei nostri figli.

Ora è tutto pronto, lo zainetto appeso all’attaccapanni con dentro i colori, i fazzolettini di carta e le salviettine umidificate.
Il grambiulino con il bavaglio e l’asciugamano sono invece riposti ordinatamente sul comodino, ognuno con in vista il simbolino che ti hanno assegnato (un piccolo aereo verde) e che la mamma ha cucito su ogni capo con tanta cura.
Quando nascesti ti scrissi un bigliettino che riportava poche semplici parole: più che puoi è il mio semplice augurio…
E’ un augurio che ti rinnovo con tutto il cuore amore mio, perchè da domani, cucciolo…sarai un pò più grande.

Più che puoi è il mio semplice augurio
Grazie di tutto amore mio
Ti voglio bene
Il tuo papà

Italo Pentimalli

P.S.: Guarda che non mi scappi, ti aspetto domani pomeriggio per una mega abbuffata di gelati e cartoni (tutta la serie dell’ape maia, i flimles ed anche i teletubbies!)

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento