Ti chiedo, al mattino, la forza per cominciare,
la sera, di esser stanca, come chi è in pace con sé,
la notte il riposo che mi ristori.
Dammi un motivo per fare
e uno per non fare.
Fammi amare la mia persona
almeno quanto chi mi è più caro.
Abbi cura della mia vita,
rendimi capace di impiegarla,
fa sì che non bruci il tempo che mi dai.
Concedimi il rispetto degli altri e di me.
Non farmi soffrire per ciò che non conta.
Perdona il mio egoismo.

Rendi forti i miei figli,
scaccia da loro la paura che opprime.
Negami la libertà
di credere che siano miei.
Fa’ che sia capace di farli crescere
con il mio lavoro e la mia volontà,
grande come quando li ho chiamati.
Dammi l’autorità,
e che la rispettino,
di insegnar loro come fare da soli,
ma anche la forza per sopportare il loro dolore,
per sanarne le ferite e aiutarli a rialzarsi.
Che non rimangano mai soli, prima di imparare a farlo,
che non accada mai che si sentano nessuno.
Perdona il mio egoismo.

Potessi chiederti
“non farmi sbagliare”,
e volere il meglio per me
non solo quel che mi serve
per essere felice.
Ringraziarti per la gioia
che consegue alle mie scelte,
non lasciarmi distruggere dal dolore
per le stesse che, lo so, arriverà.
Che nessuno possa soffrire di quel che ho deciso
mai, perché se così fosse,
cattiva come sono,
ti chiederei di non farmi provare rimorso.
Fammi gioire del mio amore
in ogni istante, ricordando che può finire,
e sapere che, quando accadrà,
niente potrà cancellare ciò che mi ha dato.
Perdona il mio egoismo.

Questo è ciò di cui ho bisogno
e questo ti domando.
Non so ancora se in Te ci credo,
ma sei di certo la mia intima Speranza.

Manuela

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento