Ti interessa il tema dello Yoga?

benefici delle tecniche yogaBenefici dello yoga si possono distinguere principalmente in tre categorie: benefici fisici, psicologici e biochimici. Già da questa prima classificazione s’intuisce come la pratica dello yoga tenda ad avere effetti positivi sulla salute a 360°.

Scopriamo nel dettaglio quali sono i benefici che lo yoga fornisce a chi la pratica con una certa regolarità; sono molte le tecniche di yoga ma una delle più conosciute è il Kundalini yoga, ecco come può esserti utile.

I benefici dello yoga legati all’organismo

I benefici che lo yoga riserva al fisico sono davvero numerosi. Migliora la postura, per iniziare, e di conseguenza aiuta a prevenire i problemi alla schiena.

Uno dei principali benefici dello yoga, infatti, consiste proprio nel rafforzamento della colonna vertebrale attraverso una lunga serie di asana (posizioni) che ne stimolano il corretto allineamento e ne rafforzano i muscoli.

I benefici dello yoga, però, non si limitano alla riduzione dei problemi alla schiena. Praticarla regolarmente, infatti, contribuisce anche a migliorare il metabolismo: si bruciano le calorie in eccesso e si determina una sensibile e sana perdita di peso.

Uno dei più importanti benefici dello yoga sull’organismo, tuttavia, è il suo agire per migliorare la flessibilità dei muscoli e delle articolazioni.

Le posizioni che via via vengono assunte da chi pratica yoga, infatti, ne migliorano l’elasticità e rappresentano un ottimo supporto alle persone che soffrono di artrite, problemi alle articolazioni e muscolari.

Infine, tra i benefici dello yoga dal punto di vista fisico rientra anche il miglioramento del flusso sanguigno e, di conseguenza, l’ottimizzazione della salute di tutti gli organi interni.

Lo yoga, infatti, rappresenta un valido aiuto anche per le persone che soffrono di pressione alta, colesterolo, problemi ai reni, malattie cardiache, ecc.

I benefici dello yoga psicologici e biochimici

 

i vantaggi dello yogaI benefici dello yoga, come abbiamo anticipato, si verificano anche dal punto di vista psicologico. In primo luogo, infatti, questa disciplina aiuta a migliorare la concentrazione e la memoria.

Riesce a dar vita, inoltre, a una sensazione di generale benessere: praticando yoga si diventa più calmi e in sintonia con sé stessi.

I benefici biochimici sono, invece, quelli che si verificano all’interno della chimica del nostro organismo.

Da questo punto di vista, in particolare, è stato riscontrato che lo yoga aiuta a diminuire i livelli di glucosio, sodio, colesterolo e trigliceridi presenti nel sangue.

Oltre ad avere il vantaggio dell’eliminazione del colesterolo cattivo, inoltre, lo yoga contribuisce anche all’innalzamento dei livelli di quello buono.

I benefici biochimici dello yoga, infine, sono legati anche al miglioramento del sistema immunitario. Chi pratica regolarmente questa attività fisica, infatti, risulta essere in possesso di un numero più elevato di linfociti e di emoglobina nel sangue.

Tutti coloro che desiderano condurre uno stile di vita sano e attivo, quindi, dovrebbero iniziare a praticare yoga quotidianamente. Per migliaia di anni moltissime persone hanno usufruito dei numerosi benefici dello yoga: perché rinunciarvi?

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento