Ti interessa il tema dello Yoga?


Lo hatha yoga è uno dei percorsi di yoga originariamente rivolti a cercare l’unione con il divino: al giorno d’oggi è una delle forme più insegnate e diffuse anche nel mondo occidentale, seppur ormai privato della sua connotazione spirituale, a favore di una concezione più legata alla mera ginnastica.

Lo hatha yoga insegna a governare l’energia presente in ogni individuo: l’energia si manifesta attraverso il respiro e lo scopo degli esercizi è l’assunzione del controllo totale della mente. Lo yoga influisce così sul centro nervoso e sul corpo, con lo scopo di raggiungere la più elevata beatitudine.

Controllare la mente con lo hatha yogaLe posizioni dello hatha yoga prendono il nome di asana: ogni postura influenza il flusso energetico e stimola il corpo a migliorarsi.

Il percorso fisico e spirituale è scandito da numerose asana che vanno apprese in maniera graduale, seguendo l’ordine rigoroso in cui sono state ideate.

Si può passare alla figura successiva soltanto quando si ha piena padronanza della precedente: ogni asana risulta perfettamente eseguita quando non si avvertono più dolore e sforzo nel mantenerla.

Nell’hatha yoga, durante ogni asana e nel momento di passaggio tra una posizione e l’altra, è importantissimo mantenere una corretta respirazione, che influenza l’equilibrio, la concentrazione e il corretto passaggio di energia.

Attraverso il respiro, chi pratica lo hatha yoga è in grado di controllare il corpo e la mente.

Una volta acquisito il pieno controllo del corpo, il percorso di yoga approfondisce l’aspetto più spirituale: la meditazione unisce l’anima dell’individuo all’anima universale, creando una comunione con tutte le creature animate e le cose inanimate.

La meditazione non è un isolamento dei sensi ma piuttosto un’apertura all’interno della quale è convogliato ogni aspetto della vita, che viene assorbito e restituito sotto una nuova luce: con lo hatha yoga le preoccupazioni e le idealizzazioni terrene, lasciano spazio ad una profonda tranquillità.

Alcune posizioni di hatha yoga

Una delle posizioni più conosciute è la posizione del loto, ideale per la meditazione ma non troppo agevole da mantenere per molti minuti: sedendo a terra si sistema il piede sinistro sull’inguine destro e viceversa, mentre la schiena è libera e ben dritta.Le posizioni dello hatha yoga

La posizione dell’aquila rafforza le braccia, le gambe e il senso dell’equilibrio: si resta in piedi sul piede sinistro, con la gamba destra che si avvolge sulla sinistra. Il braccio sinistro si intreccia con il destro sollevandosi all’altezza del viso e si congiungono le mani.

Uno degli asana più importanti è la candela: il cuore si riposa e il sangue circola nelle zone che di solito hanno più difficoltà a riceverne quando ci si trova in posizione eretta. Per realizzarla ci si sdraia supini e lentamente si sollevano le gambe, finché i piedi si trovano in verticale rispetto alla testa. Le mani sostengono la schiena e il mento preme contro il petto.

Scopri tutte le posizioni dell’hatha yoga.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento