Ti interessa il tema dello Yoga?

I numerosi benefici dello yoga sono il motivo principale che spinge le persone ad avvicinarsi a questa disciplina. Praticare yoga tutti i giorni apporta diversi benefici all’organismo anche quando si è in stato di gravidanza, apatto che si scelga il corso giusto per massimizzare questi benefici.

In quest’ultimo caso, però, bisogna praticarlo con coscienza ed estrema attenzione nel pieno rispetto della propria salute e di quella del piccolo in arrivo.

I benefici dello yoga in gravidanza tendono a essere connessi soprattutto a una maggiore elasticità del fisico e alla preparazione al parto attraverso la corretta respirazione. Scopriamo nel dettaglio questi due aspetti legati ai benefici dello yoga durante la gestazione.

I benefici dello yoga in gravidanza: la respirazione e la preparazione al parto

Lo yoga e i suoi benefici durante la gravidanzaGli esercizi di respirazione sono uno dei numerosi benefici dello yoga nel periodo della gravidanza.

Sono particolarmente utili, infatti, a partire dal terzo trimestre in poi quando la dimensione del ventre permette movimenti sempre più limitati.

Man mano che la gestazione entra nel suo ultimo periodo, quindi, gli stiramenti più complessi e quelli che espongono al rischio di cadute possono essere sostituiti dalla respirazione (pranayama) e dalla meditazione: la prima permette di esercitarsi a respirare durante il parto in modo da ridurre il dolore; la seconda consente di liberarsi dalle paure e di rilassarsi.

I benefici dello yoga in gravidanza connessi alla respirazione sono uno dei principali motivi che spinge le donne in gravidanza ad avvicinarsi a questa antica disciplina.

Quando si è alle prime armi, comunque, il consiglio è quello di affidarsi anche in questo caso a maestri di yoga e non provare a fare da sole: i benefici, infatti, potrebbero non venire avvertiti a causa dell’errato svolgimento delle tecniche praticate.

Lo yoga e i benefici in gravidanza legati all’elasticità del corpo

Lo yoga in gravidanza

I benefici dello yoga nella gravidanza sono anche legati agli asana e particolarmente avvertiti soprattutto dalle donne che hanno già esperienza in questa disciplina.

Svolgere quotidianamente degli asana sempre più semplici, infatti, permette di mantenere allenato il fisico e di prepararlo al parto.

Le posizioni invertite tipiche dell’hatha yoga, invece, sono ottime (quando è possibile effettuarle e con le dovute accortezze) nell’ultimo periodo della gravidanza perché aiutano il feto a girarsi nella giusta posizione.

I benefici dello yoga comunque, anche in gravidanza sono strettamente legati alla frequenza con la quale ci si esercita.

Esercitarsi ogni giorno anche con il semplice Saluto al Sole quando si è nelle prime fasi della gravidanza è un ottimo allenamento che permette al corpo di restare elastico e alla mente di affrontare questo periodo con la dovuta calma e tranquillità.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento