Ti interessa il tema dello Yoga?

Se esiste una risposta ad una vostra preghiera, se avete un rapporto con una religione qualsiasi, con qualsiasi Dio, qualsiasi coscienza, qualsiasi sé superiore, questa è la proiezione della vostra Kundalini

(Swami Vivekananda, in Aforismi Yoga di Patanjali)

Per Kundalini Yoga si intende lo “yoga degli angoli e dei triangoli”. Durante questo tipo di sadhana (disciplina spirituale) il praticanteKundalini Yoga di cosa si tratta assume col suo corpo, delle posizione particolari che formano dei triangoli.

Le triangolazioni hanno la caratteristica di schiacciare, contrarre e fare pressione sul lato del corpo che forma l’angolo e di rilassare, stirare e decontrarre il lato opposto.

Questa duplice azione stimola la secrezione ghiandolare conferendo equilibrio a tutto il sistema linfatico. Praticare Kundalini Yoga, a lungo andare,consente di avere un corpo sano e forte, di calmare la mente e di controllare le pulsioni.

La Kundalini infatti, viene definita energia della consapevolezza. La pratica del Kundalini Yoga mette il praticante in contatto con la sua parte infinita.
Il praticante prende coscienza di avere una parte infinita perché ne fa l’esperienza energetica attraverso la pratica. La meta finale è la pace interiore, l’imperturbabilità d’animo.

Naturalmente non tutti i praticanti raggiungono questo stato, ma la strada è comunque ricca di concreti benefici immediatamente fruibili; ma i benefici yoga sono reali?

È importante capire che la pratica in sé stessa non è l’artefice di questi benefici: la pratica mostra la via da seguire, ma è il praticante che decide di seguirla, che decide di prendere coscienza, di essere consapevole del proprio potenziale.

Kundalini Yoga, è pericoloso?

L’insegnante e praticante esperto di Kundalini Yoga, Sujan Singh risponde a questa domanda con una similitudine: se viaggiamo su una strada urbana con la nostra automobile contromano, superando i limiti di velocità e ignorando i cartelli stradali arriveremo alla conclusione che anche l’automobile è pericolosa.

Il maestro Sujan Singh sostiene che nessuna situazione è di per sé pericolosa, è piuttosto l’impiego che se ne fa a renderla tale.

Kundalini Yoga di cosa si trattaPer quanto riguarda il Kundalini Yoga è sicuramente necessario essere preparati ad affrontare la disciplina ed affidarsi a degli insegnati seri e competenti: con questi presupposti, il Kundalini Yoga non presenta alcuna pericolosità.

Il maestro indiano Yogi Bhajan, colui che ha sdoganato il Kundalini Yoga e la sua tradizione millenaria nel mondo Occidentale, definisce la Kundalini, un’energia latente che è in grado di condurre alla consapevolezza completa.

L’unica cosa pericolosa è il soggetto che riesce a liberare ed elevare la sua kundalini. Quella persona dispone di un grande potere, quindi sono fondamentali le sue buone intenzioni. Per questo – afferma il maestro – il Kundalini Yoga può essere pericoloso per gli insegnanti di tale disciplina che devono mostrare ai praticanti le modalità e gli strumenti per elevare la propria Kundalini.

Kundalini Yoga e il serpente

 

Il simbolo della Kundalini è da sempre il serpente che in qualità di abitatore del sottosuolo, rievoca una forza occulta, ignota e quindi temibile.

L’essere umano è portato ad avere paura di ciò che non conosce, che non riesce a vedere o a spiegare, ma che avverte potentemente. Quando riesce a trovare una motivazione, un’origine di quel fenomeno, allora l’essere umano riesce a scorgere anche l’aspetto benefico di ciò che prima temeva.

Il serpente si presta benissimo alla rappresentazione sia della Kundalini dormiente che del risveglio di questa energia.

Nella condizione di inconsapevolezza, comune ai non praticanti, l’animale è raccolto su se stesso, apparentemente al riposo, ma pronto ad attaccare per iniettare il suo veleno.
Ma egli può essere anche in piedi ritto sulla punta della coda, desto e inoffensivo: è l’immagine del risveglio della Kundalini.

La Kundalini è una forza primordiale, molto potente, che produce e diffonde energia, ma deve essere risvegliata con attenzione, autocontrollo e gradualmente, con spirito puro e ben predisposto, perché come tutte le pulsioni archetipiche la Kundalini può essere un ottimo servitore, ma un temibile padrone.

Il Kundalini Yoga non cambia il mondo circostante, ma è in grado di modificare il punto di vista del praticante, il suo approccio alla realtà.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento