Ti interessa il tema dello Yoga?

Il kundalini yoga è quel ramo dello yoga che persegue l’unione di purusha (principio maschile) e prakriti (principio femminile) attraverso il risveglio di kundalini, l’energia primordiale che dimora alla base della colonna vertebrale.

Cosa significa tutto ciò? E come può servirci, praticamente, questa tipologia di meditazione? Ora lo vedremo, ma intanto ricordiamo che lo yoga può essere utile in molti ambiti relativi al benessere dell’uomo e della donna; scopri quale è la posizione yoga per i dolori mestruali.

Le basi del kundalini yoga

lo yoga kundalini e la sua utilitàSecondo la fisiologia sottile degli induisti, alla base della colonna vertebrale dimora un’energia potente ed arcaica, rappresentata come un serpente (kundala significa arrotolato) avvolto nelle sue spire. Quest’energia si chiama kundalini, ed è anche conosciuta come “la dea dormiente”.

Infatti, kundalini può essere “risvegliata” con le asanas yoga e le kumbakha (tecniche di arresto del respiro), e fatta risalire all’interno della nadi (canale energetico) sushumna “aprendo” uno ad uno tutti i chakra, i nuclei energetici che caratterizzano il campo sottile dell’uomo.

Il risveglio di kundalini è descritto come il passaggio di una fiamma, con la produzione di un fortissimo calore interno.

Ma il “risveglio del serpente”, secondo i testi tantrici, non è cosa di tutti i giorni, e richiede l’assistenza di un guru esperto per i moltissimi rischi che comporta. Lo psicanalista Carl Jung, ad esempio, sottolineò i pericoli legati al risveglio di kundalini, ovvero la possibilità di venire travolti dalla potenza dell’inconscio.

Ci sono scuole tantriche che hanno sviluppato pratiche sessuali specifiche per la risalita di kundalini, eseguite solo in circoli ristretti e rigorosamente esoterici. Ma gestire male quest’energia, a quanto pare, può condurre in pochi istanti alla follia.

A cosa serve, dopotutto, risvegliare la kundalini? La domanda sembra banale, ma non lo è. Non avendo infatti sperimentato direttamente un risveglio di kundalini, non sapremo cosa stiamo perseguendo, e potremo solo farci un’idea. Gli induisti sostenevano che il risveglio coincide con l’illuminazione, il ritorno alla “sorgente dell’essere”; Carl Gustav Jung vide nel “serpente risvegliato” l’assorbimento dell’ego nel Sé universale, un’esperienza assolutamente trasformativa e che potremmo definire “cosmica”.

Il kundalini yoga oggi più diffuso si basa sull’insegnamento di  Sivananda Saraswati, guru indiano del ‘900. Scopo di questa pratica è risvegliare kundalini preparando il corpo al suo passaggio con mantra, meditazioni, asanas e tecniche speciali di respirazione.

Il primo riscontro, il più evidente, è che con la pratica costante si guadagna anzitutto una maggiore consapevolezza di sé stessi, dei propri processi interiori. E’ quel che è emerso in uno studio intitolato “Functional brain mapping of the relaxation response and meditation”, pubblicato nel 2000 dall’università di Harvard monitorando alcuni meditanti in azione.

Quale consiglio, dunque, per chi volesse intraprendere la pratica del kundalini yoga?

Gli step sono molto semplici:

1. Dare uno sguardo su internet agli argomenti per “tastare” il terreno, magari dialogando con qualche praticante su forum specializzati;

2. Acquistare un buon libro (vedi sotto) che introduca la kundalini e le vere basi del kundalini yoga;

Se abbiamo scelto di provare una tecnica di yoga kundalini (Sahaja, Osho, Yogi Bhajan o altre), avremo così gli strumenti non solo per valutare la professionalità degli insegnanti e dell’approccio, ma anche per capire se questo “lavoro interiore” fa davvero per noi.

Libri consigliati su kundalini yoga e risveglio di kundalini

 

kundalini yoga e sua utilitàNell’avvicinarsi alla pratica del kundalini yoga è bene leggere qualche testo di riferimento, per comprendere nel dettaglio cosa sia la kundalini e quante tecniche le gravitino intorno.

Il testo tradizionale più consultato è Il Potere del Serpente di Arthur Avalon, al secolo J. Woodroffe. Qui vi troverete, in termini molto tecnici, il primo serio studio sulla kundalini nel tantrismo di area indiana.

Più semplici da leggere sono Tecniche di Risveglio Iniziatico dell’italiano Tommaso Palamidessi, oppure La Psicologia del Kundalini Yoga di C.G.Jung. Altrettanto interessanti sono Come Conoscere I Mondi Superiori di R.Steiner, oppure Centri e corpi sottili – aura, plesso solare, centro hara, chakra, di O.M.Aivanhov, testo molto chiaro e divulgativo.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento