0 oggetti | €0

Preghiera per gli Angeli

Avatar di Più Che Puoi
Scritto da Più Che Puoi in Angeli, con 1 commento.


Trovare la propria Preghiera per gli AngeliNon essendo un gruppo omogeneo, quando vogliamo volgere una Preghiera per gli Angeli dobbiamo prima domandarci a quale sfera e gerarchia ci vogliamo rivolgere affinché la loro protezione e consiglio possa discendere sopra di noi.

Infatti, esistono diverse gerarchie verso le quali la nostra Preghiera per gli Angeli deve essere indirizzata a seconda del bisogno che richiediamo essere soddisfatto nella maniera più consona ed affinché il nostro collegamento con loro sia effettuato nella maniera più giusta.

Preghiera per gli Angeli delle sfere celesti più alte

Rivolgesi verso Serafini, Cherubini e Troni, sebbene non sia una vera e propria preghiera rivolta verso il Divino, è comunque un collegamento con una sfera molto alta delle gerarchie celesti, ovvero quegli esseri che ricoprono un ruolo importante nell’ambiente paradisiaco e che solitamente non hanno molti contatti con l’uomo.

Così, una Preghiera per gli Angeli appartenenti alla Prima Sfera, quella più vicina al Divino, è solitamente una richiesta di fede, coraggio affinché il proprio credo non crolli sotto i colpi delle difficoltà e del secolarismo, mantenendo così la propria fedeltà alla Divinità.

Eccone un esempio pratico:

Angelo che rifulgi della luce di Dio,
guida i miei passi ed infondimi coraggio,
dammi la forza perché io non abbia più timore.

Servo supremo di Dio,
mostrami la via per la volontà del Signore,
non lasciare che io cammini in una valle di lacrime.

Amen

Un po’ diversa può essere invece la Preghiera per gli Angeli appartenenti alla Seconda Sfera, nella quale ritroviamo Dominazioni, Potestà e Virtù. Non così rare sono infatti le richieste rivolte in particolare all’ultima gerarchia di tale sfera, la quale è vista come ispiratrice di scienziati ed artisti.

Che la mia mente ed il mio spirito siano vigili,
che l’errore rifugga da me e la ragione mi sia fedele,
col tuo aiuto, Angelo del Signore.

Indicami la via affinché non fallisca,
che la luce di Dio illumini la tua mente,
con la tua intercessione mio fedele protettore.

Amen

Angeli custodi ed Arcangeli

Preghiera per gli ArcangeliBen diversa è la situazione quando rivolgiamo una Preghiera per gli Angeli e gli Arcangeli, i quali appartengono entrambi all’ultima sfera celeste, ovvero quella dei messaggeri, esseri spirituali il cui compito è appunto quello di vegliare e proteggere il destino dell’umanità e di ogni singolo uomo.

Qui le preghiere abbondano e si diversificano in quanto se stiamo richiamando l’attenzione del nostro personale angelo custode o di uno dei quattro arcangeli in particolare.

Molti credenti, infatti, volgono delle Preghiere per gli Angeli custodi totalmente personali e per nulla preconfezionate, al fine che il proprio rapporto con la propria controparte spirituale, il proprio spirito guida, il proprio guardiano, sia il più intimo ed efficace possibile.

Richiamare gli Arcangeli è invece una cosa diversa, in quanto Essi ricoprono delle funzioni particolari, tanto da essere convocati solo ed esclusivamente in determinate situazioni.

Chi infatti richiede forza e costanza nelle proprie azioni ed obbiettivi, la sua Preghiera per gli Angeli deve essere rivolta a Michele, colui che combatté contro il drago rispedendolo all’inferno. Gabriele invece rappresenta la consapevolezza delle cose, la rivelazione e quindi l’uomo si rivolge a lui alla ricerca di una illuminazione.

Raffaele ed Uriele sono poco menzionati negli scritti canonici ed apocrifi, per questo anche le loro preghiere sono molto contenute, ma comunque anche loro mantengono la loro importanza. Il Primo infatti è protettore degli amanti, così come dei medici o tutti coloro che proteggono la vita, mentre il Secondo è Colui che veglia, protettore dei guardiani e dei maestri.

Ovviamente questo articolo non è sufficiente per delineare la vostra Preghiera per gli Angeli, ma potrebbe comunque essere un ottimo punto di partenza attraverso il quale potrete riconoscere la vostra guida spirituale in una determinata situazione.

 




1 commento /

Lascia un commento →
  • Coleen C. Holcomb

    Un terapeuta, ad esempio, può chiedere al suo Angelo Custode, di collegarsi con gli Angeli preposti alla guarigione durante una seduta con il suo paziente, e la terapia sarà più efficace, perché gli Angeli stessi guideranno il terapeuta a compiere i gesti che più sono necessari alla guarigione di quel particolare paziente, o a pronunciare le parole più adatte.

Lascia il tuo commento