Uno sguardo lanciato al momento giusto, una mano che accarezza i capelli con finta noncuranza, un collo sfiorato appena con le dita: non c’è dubbio che la comunicazione non verbale giochi un ruolo fondamentale nell’arte della seduzione.

L’atteggiamento nei confronti dell’altro e l’immagine che si vuole dare di sé stessi sono strettamente collegati con il linguaggio del corpo.

Dopo tutto, ed è ormai un dato confermato dalla scienza, la stragrande maggioranza dei messaggi inviati durante una conversazione è costituita da segnali di comunicazione non verbale. Questo vale per tutti i tipi di relazione interpersonale ma quando l’obiettivo è la seduzione, l’importanza del “non detto” aumenta in modo esponenziale.

“Non si è morti fin quando si desidera sedurre ed essere sedotti”

diceva Baudelaire, a conferma di quanto il gioco della seduzione costituisca una grande attrattiva, sia per gli uomini sia per le donne. E per vincere al gioco, imparare a interpretare in modo corretto i messaggi che l’altra persona ti invia, in modo inconscio o meno, è fondamentale per poter utilizzare la “strategia” più giusta.

Un esempio? Sei a una festa, e la persona che ti interessa sta in piedi contro il muro, le braccia conserte e un cipiglio sul viso che sembra voler dire: “Non mi interessa“, “Stammi alla larga“, “Se mi avvicini verrai respinto!“. Ma mostrandoti sorridente, parlando e ridendo con gli altri invitati, il messaggio che manderai sarà: “Io sono gentile, vedo le cose in modo diverso, vuoi provare a conoscermi?“.

Il linguaggio del corpo è molto più convincente di quel che sembra!

Leggere i messaggi di comunicazione non verbale negli altri

Ciò che rende una strategia vincente è il riuscire a interpretare quello che il corpo sta dicendo, come sta rispondendo ai tuoi segnali.

Ma oltre all’interpretazione dei messaggi non-verbali dell’altro, è di fondamentale importanza offrire un’immagine di sé che sia attraente, accattivante, che invogli a starti vicino. La testa, il movimento delle gambe, la postura generale, lo sguardo, il tocco, il tono della voce, le pause, i gesti, i sorrisi e persino smorfie, tutto può aiutare a raggiungere l’obiettivo.

I comportamenti non verbali formano la tua immagine

Per capire quanto il tuo linguaggio non verbale possa stimolare sensazioni diverse negli altri, prova questo semplice esercizio: cammina per il centro della tua città con la testa alta, un sorriso aperto e la schiena dritta. Incrocia gli sguardi degli altri passanti. Prova poi a percorrere le stesse strade guardando l’asfalto, con le mani in tasca e le sopracciglia aggrottate.

Analizza ora le sensazioni che hai provato, sono le stesse per entrambe le posture?

Di certo non è così. Nel primo caso ciò che viene percepito all’esterno è l’immagine di una persona forte, con il pieno controllo della situazione, che occupa lo spazio in cui è inserita; durante la seconda passeggiata, al contrario, hai irradiato attorno a te un solo messaggio: “Non parlatemi!“.

Sottovalutare l’importanza della comunicazione non verbale all’interno delle interazioni sociali è un errore grossolano. Il tuo corpo e il modo in cui lo usi sono le tue armi migliori di seduzione, non dimenticatelo mai.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento