Per chi cerca di curarsi con metodi naturali, sono numerosi i rimedi per l’infiammazione. Molte erbe e piante officinali sono potenti anti infiammatori naturali e intervengono sulle cause scatenanti del problema, sia che questo si verifichi alle ossa, ai vasi sanguigni o alla pelle.

I migliori rimedi per l’infiammazione intervengono sul meccanismo di difesa messo in atto dal nostro corpo in corrispondenza di un agente fisico (trauma, eccessivo calore), chimico (contatto con acidi) e biologico (virus o batteri).

L’infiammazione si sviluppa per eliminare la causa iniziale del danno. Con i metodi naturali si possono curare diversi tipi di infiammazione, si pensi per esempio alle emorroidi; ecco come curare le emorroidi attraverso l’alimentazione.

Per individuare i più efficaci rimedi per un’infiammazione è opportuno comprendere in cosa consiste questa sintomatologia dolorosa.

Quando un fattore esterno attacca i tessuti, si innesca una reazione vascolare che tenta di debellare, diluire o confinare questo agente estraneo. Contemporaneamente si attivano meccanismi di riparazione e sostituzione delle parti danneggiate.

La risposta infiammatoria consiste in una fase di dilatazione dei vasi e di aumento della permeabilità: questo significa che i liquidi tendono a muoversi attraverso il tessuto leso, provocando il tipico rigonfiamento (l’edema) e favorendo l’ingresso dei leucociti.

La parte danneggiata quindi subisce un riversamento di sangue, un rigonfiamento e un aumento della temperatura: il soggetto avverte dolore e l’area colpita subisce un calo di funzionalità.

Gli antinfiammatori naturali non hanno effetti collaterali (tipici dei farmaci allopatici) e garantiscono un’azione più completa rispetto ad un singolo principio attivo di una medicina tradizionale.

 

L’anti infiammatorio sintetico ha un effetto più immediato ma la sua azione perdura per poco tempo, in genere alcune ore. Le piante invece impiegano più tempo per manifestare i primi benefici ma hanno il vantaggio di garantire effetti più duraturi.

Un altro vantaggio delle cure naturali è la possibilità di assumerle per periodi più lunghi, senza particolari controindicazioni. L’unica accortezza è non abusarne quando non se ne ha effettivamente bisogno per evitare fenomeni di assuefazione.

La polpa e il gambo dell’ananas svolgono un’azione decongestionante sul sistema linfatico e sanguigno grazie alla presenza della bromelina, che stimola il riassorbimento dei liquidi. L‘artiglio del diavolo è un noto rimedio naturale che esplica effetti analgesici e anti infiammatori ed è utilizzato per infiammazioni generiche, tendiniti, artriti, contusioni, sciatica, artrosi.

La spirea ha i medesimi effetti della aspirina sintetica, quindi ha proprietà antipiretiche, analgesiche e antinfiammatorie, grazie alla sua caratteristica di inibire la produzione delle prostaglandine, responsabili delle sensazioni dolorose. I fiori e le foglie della malva proteggono i tessuti molli e rivestono le mucose: sono utili per sfiammare e idratare.

Le noci sono ricche di Omega 3 e acidi grassi e sono ottimi antinfiammatori così come la curcuma, attiva contro il dolore cronico.

La cannella riduce le infiammazioni ed elimina eventuali batteri mentre lo zenzero sfiamma e contemporaneamente stimola e irrobustisce il sistema immunitario.

I rimedi per l’infiammazione più consigliati, in conclusione, sono quelli naturali perché comportano diversi vantaggi: possono essere utilizzati più a lungo, non hanno effetti collaterali, svolgono più funzioni e il loro effetto è durevole nel tempo. Talvolta il medico può prescriverli anche in concomitanza a terapie o medicine tradizionali, per massimizzarne l’efficacia.

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento