Come vincere la sofferenza fisica e mentale grazie alla pratica spirituale (lezione 1)

Il principio chiave dell’etica buddhista è quello di aiutare le altre persone e, se ciò non fosse possibile, di non arrecare loro danno. L’impegno a favore della non-violenza è importantissimo e la lezione di oggi è incentrata sulla liberazione individuale, indispensabile per astenersi da azioni violente di natura fisica o verbale.

Credi che sarà felice quest’Anno Nuovo?

Dal “Dialogo tra un venditore di almanacchi e un passeggere” di G. Leopardi, gli spunti per una riflessione sulla vita che passa di anno in anno, nella continua tensione tra il passato e il futuro. Le domande che aiutano a crescere verso la consapevolezza di scegliere il Presente.

Malattia = Dono

La malattia può diventare un’amica che ci aiuta a evidenziare i pensieri e le convinzioni che ci danneggiano attraverso i suoi sintomi. Ci dà, così, la possibilità di agire per modificarli e riacquistare, con la salute fisica, anche il benessere spirituale. Il concetto di psicosomatico acquisisce una valenza nuova e più profonda.

Buon anno nuovo, buon anno nuovo… anzi, buon decennio nuovo!

La classica domanda che si pone agli altri in questi giorni: tu che fai di bello? In piazza, al ristorante, in famiglia, magari un week-end fuori porta o chi invece, come me, nonglienefregaassolutamenteniente della notte di capodanno, è il prima e il dopo quello che conta!

Guarire con la mente

Guarire con la mente è possibile usando il suo grande potere. L’energia impiegata è la stessa che ci fa ammalare . Essa, se usata correttamente ci permette di guarire. Riappropriarsi dei propri pensieri permette di dirigerli verso una maggiore consapevolezza e un maggiore controllo. La mente siamo noi.