Nascosto sotto l’ala dell’airone…

Thomas Stearns Eliot

Nascosto sotto l’ala dell’airone
o il canto all’alba dell’uccello del loro
sussurro serale di stelle raccolte
o amor mio cosa mi porti –

Con piedi serali che attraversano l’erba
e braccia fragili che dividono la nebbia

Sto steso sul pavimento vetro rotto di bottiglia
domani mi ramazzerà il pugno rosso di una serva.

Thomas Stearns Eliot

0 Commenti

Lascia un commento

Lascia il tuo commento

Lascia un commento